Archivio

LAND ROVER

Evoque, arriva il restyling

05 novembre 2015, 18:27

L'esordio del nuovo motore diesel Ingenium interamente in alluminio, tecnologie ed accorgimenti stilistici ancora più sofisticati, un look più aggressivo con i gruppi ottici a LED e il nuovo spoiler ed emissioni più contenute. Sono le principali novità della Range Rover Evoque model year 2016, che ha un listino che parte da 37.600 euro per arrivare a 58.300. E a primavera arriverà anche una versione due ruote motrici «entry level» per i giovani, una serie speciale più accessibile. Ma la novità più attesa per la gamma Evoque è la versione cabrio, che verrà svelata nei prossimi giorni al salone di Los Angeles e il cui lancio è previsto ad aprile. Bisognerà invece attendere ancora un po' per la Evoque ibrida plug-in.

Il primo restyling della Evoque arriva a 4 anni dal lancio, ma il modello è ancora sulla breccia, visto che i tempi di attesa sono di circa quattro mesi. Dal 4 luglio 2011, quando il primo esemplare di serie lasciò le linee di montaggio della fabbrica di Halewood (Liverpool), la produzione della Range Rover Evoque è passata da 40.374 unità alle 128.420 stimate per il 2015. E per stare dietro alla crescente domanda sono stati necessari 3.000 nuovi dipendenti e cicli produttivi di 24 ore al giorno. Oggi dalla catena di montaggio ne esce una ogni 82 secondi.

Il model year 2016 monta per la prima volta il nuovo motore 4 cilindri diesel 2.0 litri Ingenium in due versioni, da 150 Cv con consumi che scendono fino a 4,2 l/100km ed emissioni di CO2 di 109 g/km e da 180 Cv con consumi di 4,8 l/100km ed emissioni di CO2 che partono dai 125 g/km. L'unità da 150 Cv è del 18% più efficiente nei consumi rispetto alla precedente motorizzazione diesel. L'Ingenium è interamente d'alluminio e questo permette un peso inferiore del motore di circa 30 kg, un basso attrito ed emissioni ridotte di circa il 18%. L'Evoque model year 2016 è anche la prima vettura, in Jaguar Land Rover, ad offrire i fari adattivi Full-LED che garantiscono una visibilità notturna superiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA