Archivio

Carabinieri

Inseguimento da Coduro a Sanguinaro: in manette 23enne. Niente carcere ma obbligo di dimora

05 novembre 2015, 16:55

Ieri sera una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Fidenza, grazie alle ricerche diramate dalla Centrale operativa, ha intercettato una Fiat Punto rubata lo scorso mese a Spilamberto, in provincia di Modena. L'auto, precedentemente individuata grazie al sistema di videosorveglianza delle “Terre Verdiane”, è stata raggiunta a Coduro dai militari.
Alla vista della pattuglia la Punto ha aumentato la velocità cercando di fuggire verso Parma. L’inseguimento si è concluso a Sanguinaro di Noceto quando, grazie anche all’arrivo di un secondo equipaggio, è stata bloccata l’auto dei fuggitivi.
Il conducente - un 23enne di origini albanesi - nel tentativo di scappare ha aggredito i militari: è stato bloccato ma altri due uomini sono fuggiti grazie al parapiglia. La perquisizione ha permesso di ritrovare sull'auto vari arnesi da scasso.
Il malvivente è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, ricettazione e danneggiamento. E' stato trattenuto nelle camere di sicurezze della stazione carabinieri di Fidenza in attesa del processo. 

Nel pomeriggio si è tenuto il processo in tribunale. Non c'è la sentenza: l'udienza si aggiorna il 23 novembre. L'arresto è stato convalidato ma niente carcere: il giovane albanese ha l'obbligo di dimora e di presentazione alla polizia giudiziaria.