Archivio

CONVENZIONE

Teatro Due, biglietti «cheap»per gli studenti

08 novembre 2015, 17:27

Fondazione Teatro Due, in sintonia con un'Università attenta alla formazione «totale» degli studenti, si pone come luogo d'incontro che, accanto agli spettacoli, offre iniziative di approfondimento, intrattenimento colto e formazione (laboratori, conferenze, proiezioni, convegni), considerando gli studenti universitari «pubblico speciale» di riferimento per gli artisti che creano gli oltre 40 appuntamenti in programma. In quest'ottica, da una rinnovata collaborazione tra Fondazione Teatro Due e Università degli studi di Parma, torna la proposta di una stagione teatrale a un prezzo speciale riservato agli iscritti dell'Ateneo: 12 euro per acquistare i biglietti per tutti gli spettacoli della Stagione 2015/2016 e un abbonamento a 5 ingressi a 50 euro (alla biglietteria di Teatro Due presentando il libretto degli studi è già possibile acquistare biglietti e carnet).

Nel 2015 Teatro Due ha ottenuto il riconoscimento di unico Teatro di Rilevante interesse culturale della regione Emilia Romagna. La sua attività, da sempre attenta alla formazione oltre che alla parte produttiva e di ospitalità, vede quest'anno la partenza di T2 Studio, un settore dedicato proprio alle attività di formazione. Teatro Due reputa che sia importante che la struttura produttiva del teatro si metta a disposizione per una trasmissione di saperi complessi, come quelli che concorrono alla creazione del fatto teatrale, per l'attivazione di momenti di studio volti all'approfondimento e alla ricerca di temi e linguaggi artistici e alla comprensione della varietà che il linguaggio teatrale ha raggiunto, soprattutto oggi, in piena era multimediale e multidisciplinare.

Ecco perché, accanto agli spettacoli, la proposta formativa dedicata agli Universitari si arricchisce con un laboratorio rivolto agli studenti di tutti i dipartimenti dell'Ateneo dal titolo «Che disgrazia l'ingegno» che si svolgerà da gennaio ad aprile 2016. Il laboratorio è rivolto ad un massimo di 50 studenti e le iscrizioni sono già aperte (info g.giuntini@teatrodue.org - 0521208052).

Già da novembre, invece, prendono il via gli spettacoli, cominciando con un Focus dedicato alla Grecia di ieri e di oggi. Con Madre di Cane (5 novembre) tratto dal best seller di Pavlos Matesis, il regista Tsavros Tsakiris mette in scena la storia della Grecia novecentesca attraverso lo sguardo di una ragazza che diventa simbolo universale di determinazione a non soccombere in un affresco divertente, drammatico e surreale. Gli spettacoli Aiace, Agamennone, Oreste, Delfi raccontano invece la Grecia di Ghiannis Ritsos (7 novembre), uno dei maggiori poeti del Novecento, che si appropria degli eroi del mito e li fa parlare una lingua altissima e profondamente umana. A seguire, uno spaccato delle produzioni di repertorio di Teatro Due che, in occasione dell'Assemblea generale dell'Etc - European theatre convention (dal 12 al 15 novembre), presenta «Le rane» di Aristofane, «Max Gericke» di Manfred Karge, «La fila» (Line) di Israel Horovitz e «Hikikomori» di Holger Schober; ad aprire il convegno il concerto dell'Ensemble Europa Galante diretto dal Maestro Fabio Biondi. Ne «La Locandiera», capolavoro di Carlo Goldoni, viene indagata la Venezia dell'autore per molti versi simile alla realtà attuale. Divertente e anticonvenzionale è l'«Ivanov» messo in scena da Filippo Dini, un classico lontano dalla “tradizione” per raccontare con grande immediatezza il fascino e le peripezie di un personaggio modernissimo. Il mese di novembre si conclude con la prima nazionale di Drakula, prodotto da Fondazione Teatro Due insieme ai Teatri Nazionali Sloveno e Croato, una sorta di «opera rock» che esplora i grandi temi del romanzo di Bram Stoker, dalla sensualità all'orrore, in una performance di prepotente fisicità che indaga, tra immagini e suggestioni, il lato buio e nascosto delle passioni umane.

Il programma di Fondazione Teatro Due continua per tutta la stagione con altre numerose proposte di grande interesse che si svilupperanno attorno a macro-temi di scottante attualità.

Il programma dell'intera stagione è consultabile sul sito www.teatrodue.org. Info: biglietteria di Teatro Due, tel. 0521/230242 – biglietteria@teatrodue.org.

© RIPRODUZIONE RISERVATA