Archivio

Moto

Papà Graziano allunga la carriera a Vale

"A 44 anni, ad esempio, bisognerà pensare ad un altro sport".

09 novembre 2015, 19:00

Papà Graziano allunga la carriera a Vale
Graziano Rossi non ci sta. La vittoria di Jorge Lorenzo nell'ultimo atto del mondiale della Moto Gp non va proprio giù al padre di Valentino che, ai microfoni di "Un giorno da pecora", su Radio2, ha commentato così il risultato della gara di Valencia.
 
"Non è bello vincere in quel modo, meglio perdere come ha perso Valentino, che ha mantenuto un comportamento coerente e meraviglioso per tutta la vicenda. Non a caso ieri a Tavullia c'erano ottomila persone, in un paese che ne ha quattromila di solito: si vede che qualcosa Valentino ha fatto", le sue parole.
 
La condotta di gara di Marc Marquez ha fatto infuriare il padre del centauro pesarese: "Se potessi parlare con lui non sarebbe una conversazione oratoriana. Dico solo una cosa: ci vuole una vita per conquistare la dignità ma ci vuole pochissimo per perderla. Ecco, qualcuno ha perso la dignità in questa vicenda. Io ci ho sperato fino alla fine. Ho sperato che Pedrosa potesse passarli entrambi, Lorenzo e Pedrosa. A quel punto secondo me Marquez avrebbe reagito".
 
"Ancora non ho avuto modo di sentirlo, gli ho scritto questo messaggio: grande partenza, grande gara, grande anno e grande Vale, come dice la Clara. Clara è mia figlia, ha 18 anni, e a Vale fa piacere che la sorellina dica qualcosa", ha poi aggiunto papà Rossi. Una chiosa finale sul prosieguo della carriera del 'Dottore': "L'anno prossimo correrà sicuramente, ma non si può correre sempre. A 44 anni, ad esempio, bisognerà pensare ad un altro sport. E' una scelta che si farà anno per anno".

Papà Graziano allunga la carriera a Vale

© RIPRODUZIONE RISERVATA