Archivio

Gazzetta scuola

A Fornovo e Langhirano: i quattro del Gadda

di Valentino Straser

20 novembre 2015, 20:59

A Fornovo e Langhirano: i quattro del Gadda

Una guida per i compagni, un ruolo che permette di aiutare a migliorare i rapporti tra alunni e docenti ed essere mediatori di proposte con la dirigenza scolastica. Sono questi alcuni dei compiti assunti dai rappresentanti d’Istituto «Carlo Emilio Gadda» della sede di Fornovo e del distaccamento di Langhirano. Sono studenti che hanno voglia di cambiare qualcosa in positivo all’interno della scuola, capaci di un impegno costante nello svolgimento del lavoro per il bene dei compagni. Dei quattro studenti eletti al «Gadda», due frequentano la sede centrale di Fornovo e altri due l’Istituto di Langhirano, eletti nei giorni scorsi nelle rispettive sedi scolastiche: Gianluca Prisco della classe quarta informatica e Loubna «Luna» El Maataoui della classe quarta Economia finanzia e marketing per Fornovo, Martina Verduri della quinta A Economia finanzia e marketing e Massimo Schianchi della quarta A informatico per la sede di Langhirano.

Fra le proposte di Luna, spicca l’esigenza di promuovere corsi di recupero, già attivi nella scuola, ma con una diversa modalità di svolgimento, compatibilmente con le risorse a disposizione dell’Istituto. «Quest’anno - prosegue Luna - ci siamo concentrati su assemblee che possano sensibilizzare i giovani su tematiche importanti, con scelte condivise fra tutti gli studenti mediante la distribuzione di questionari». Fra gli obiettivi prefissati dalla studentessa fornovese c’è anche l’organizzazione di due giornate di autogestione, concordate con la dirigenza, con modalità di svolgimento che si ispirano al modello sperimentato da un Istituto di Bolzano. Per valorizzare l’immagine e la promozione dell’Istituto fornovese, da sempre un punto di riferimento formativo territoriale, i rappresentanti di Fornovo cercheranno di costituire un Comitato che affiancherà gli organizzatori degli Open Day. «Anche lo sport è fondamentale per la formazione degli studenti e, per questo motivo stiamo già organizzando un torneo di calcio che coinvolgerà tutta la scuola, Fornovo e Langhirano, e le sorprese non mancheranno - aggiunge Gianluca Prisco, eletto anche rappresentante nella Consulta provinciale. Per noi l’importante è avere sempre un filo diretto con i nostri studenti ed essere al corrente delle loro opinioni e preferenze sull’organizzazione scolastica». Fra gli obiettivi da raggiungere, prosegue Prisco, ci sono anche incontri con esperti e con professionisti per dibattere temi di attualità come il fenomeno della migrazione e della droga. Per Martina e Massimo, della sede di Langhirano, un impegno sarà volto a stimolare il senso di appartenenza all’Istituto e al paese con la stampa di maglie e di felpe con un logo della scuola realizzato dagli studenti. E, su questo registro, gli studenti proporranno anche di aprire le porte dell’Istituto langhiranese per illustrare i progetti realizzati e quelli ancora in cantiere. Grazie all’inserimento di due studenti del Gadda nella Consulta provinciale, i ragazzi auspicano di poter partecipare, per la prima volta, alla Giornata dell’Arte. Anche quest’anno, concludono Martina e Massimo, «proseguiremo i progetti volti alla realizzazione del Museo dell’Informatica, dell’impiego stampante 3D e di ItalianDream».