Archivio

ortogiardinobalcone

I colori dell'autunno

24 novembre 2015, 11:56

I colori dell'autunno

L'estate di San Martino ha portato giornate limpide e soleggiate. E l’incanto del “foliage” con le chiome degli alberi che cambiano colore è uno spettacolo senza paragoni. I boschi in collina e le aree alberate delle campagne sembrano una tavolozza di colori che spaziano dal rosso all’arancio passando per tutte le tonalità dei gialli per terminare nei colori bruni e bronzo. L’autunno accende le chiome dei faggi che rivestono le colline più alte: le loro foglie cambiano il core verde lucido dell’estate in giallo, per virare nell’ocra e nel rosso, fino al nocciola carico prima di staccarsi.
I ciliegi selvatici e coltivati sono altri protagonisti indiscussi del foliage di collina: sono i primi a compiere il viraggio di colore e raramente lo fanno in modo uniforme ma quasi sempre differenziando ramo da ramo, così una chioma risulta in parte verde, gialla, rossa con tutte le sfumature intermedie. Salici e sorbi sono i coprotagonisti del paesaggio, creando macchie di colore di grande effetto scenico anche grazie alle bacche rosse del sorbo.
Sui monti, lo spettacolo della natura incornicia piccoli laghi uniti da sentieri ben segnati per creare un sorprendente giardino naturale. In pianura, a disegnare il paesaggio ricco di colori sono, invece, gli aceri dal fogliame giallo e arancio, i liquidambar dalle foglie rosso fuoco, le viti in filare dalle foglie rosse tendenti al bronzo insieme ai tigli e ai platani che mostrano tutte le tonalità del giallo.