Archivio

Fotografia social

Instagram: ecco come usarlo bene

di Andrea Violi

26 novembre 2015, 15:34

Instagram: ecco come usarlo bene

Inquadrare, scattare e condividere subito su internet, magari dopo un’aggiustatina con qualche filtro. Così uno scatto si pubblica su Instagram, social network dedicato agli appassionati di fotografie fatte con il cellulare. Gli appassionati sono tanti e a Parma, come in altre città, formano una “community”: il gruppo IgersParma, fondato nell’ottobre 2013, ha superato i 4.800 iscritti. Una «famiglia» che ha pubblicato circa 56mila foto. E dopo due anni la crescita continua, così come le iniziative in cantiere. La prossima sarà un Instameet: una “passeggiata fotografica” attorno a metà dicembre in un luogo legato al Natale.
IgersParma si racconta attraverso la voce degli amministratori del gruppo: Claudio Carminati, Federico Cucinelli, Davide Morante, Monica Moretti e Alberto Raselli. Al momento solo Monica, impiegata, vive in città. Per vari motivi gli altri “admin” si sono trasferiti: Raselli a Mantova e Cucinelli a Milano (entrambi si occupano di digital marketing), Carminati vive a Rubiera e lavora nel campo di pubblicità e social media, Morante vive a Pavia ed è social media manager a Milano. Ma il legame con Parma è forte, così come quello personale: grazie ad e-mail, WhatsApp e chat varie le distanze praticamente non esistono.
Gli iscritti a IgersParma sono 4.870: quota 5mila si avvicina in fretta. «I follower - spiegano gli admin - crescono settimana dopo settimana, con un'attività di promozione quotidiana, fatta condividendo le fotografie più belle pubblicate con il tag #IgersParma». Inoltre «la Gazzetta di Parma è uno dei primi giornali ad aver supportato la community di Instagram, dando uno spazio settimanale alle foto. L'altro progetto è #StudiareaParma, con l'Università: invitiamo gli studenti a condividere con noi foto su come si vive e si studia a Parma, poi le scegliamo». Le foto escono rispettivamente negli inserti «La Domenica» e «Gazzetta Università» del quotidiano. Per scegliere gli scatti, di volta in volta, nella “cabina di regia” non si seguono parametri fissi... Più che altro si cercano le novità.
Nel mondo Instagram è stato riconosciuto che Parma ha un primato: è la prima community in Europa ad aver organizzato un evento «empty», cioè in un luogo privato oppure durante l'orario di chiusura di musei, teatri e altri luoghi pubblici. «IgersParma è stato precursore - spiegano i curatori - perché nel novembre 2013 il nostro primo Instameet fu organizzato al Teatro Regio un sabato pomeriggio, quindi in un momento di chiusura. Fu l'occasione per visitare non soltanto gli spazi frequentati dal pubblico ma anche altri in genere preclusi, dalla sala prove alle quinte».
Ora si lavora al prossimo evento che porterà tanti “amici” virtuali a un raduno reale. Gli Instameet sono gratuiti: si paga solo il biglietto d'ingresso nei luoghi visitati e magari una consumazione al bar... Tutti giovani? Niente affatto: «I giovani sono i principali utilizzatori ma ultimamente anche le persone di una certa età si sono avvicinate a questo tipo di comunicazione. Agli Instameet vengono persone di tutte le età».
______________

Instagram:  ecco come usarlo al meglio
Se usate Instagram o se volete scaricare l'app e crearvi un profilo, ecco alcuni consigli di IgersParma per usare il social.
1) Scattate foto con angolature diverse rispetto a quelle tradizionali.
2) IgersParma consiglia la foto quadrata, in base all'impostazione classica di Instagram (basta scegliere il formato al momento della condivisione).
3) Usate Instagram per divertirvi, esplorate temi diversi fra loro. Si possono seguire persone di altre città o continenti, cercando profili e seguendo vari hashtag (le parole chiave precedute dal simbolo #).
4) Non abusate degli hashtag. Gli hashtag nascono per raccogliere in un argomento una serie di foto. Gli amministratori di IgersParma ricordano che se una foto ha più di 10 hashtag diventa come uno spam e comunque diventa meno gradevole agli utenti
3) Se pubblicate video, ricordate che la durata massima è 15 secondi (ma un'app permette di fare video velocizzati). 


Tutte le notizie su IgersParma

Scopri tutte le novità della sezione Fotografia