Archivio

arte

Tutte le mostre di Natale a Parma

13 dicembre 2015, 18:55

Ugo Nespolo - Art&Co
Da Art&Co, in via Nazario Sauro, fino al 15 gennaio, intarsi, mosaici, legno segmentato e poi ricomposto raccontano Wonderful World di Ugo Nespolo, viaggio attraverso una ricercata selezione dell’ultima produzione dell’artista, caratterizzata dalla vivacità del colore e dalla tecnica del puzzle.
Martini - Centro Steccata
Alla Galleria Centro Steccata (fino al 30 gennaio) sono esposte con il titolo «Atuttosesto» oltre trenta opere, dal 1960 ad oggi, di Sandro Martini. Sono opere su tela, carta foderata discollage, installazioni, collage di vetri, affreschi.
La foto di Giovanni Greci
Lo spazio Rossoamapola di Borgo del Correggio, presenta, fino al 19 dicembre, un breve ma intenso percorso nella fotografia di Giovanni Greci tra opere già note e la più recente produzione.
Strato su strato alla Loppis
Da Loppis Openlab la collettiva a tre «Come sopra, così sotto» (fino al 9 gennaio) propone un progetto di Elisa Bertaglia, Ludmila Kazinkina ed Agnese Skujina. Punto di forza la presenza di sei opere su carta realizzate dalle tre pittrici in momenti successivi.
L’ultima goccia di Fallini
«L’ultima goccia» la mostra fotografica di Marco Fallini è visibile nella Sala Polifunzionale Musei Fondazione Monteparma, fino al 6 gennaio. Scelte una quarantina di fotografie, che documentano uno spazio industriale d’importanza storica per la città.
Diario d’autore
«Diario di viaggio» alla Galleria Sant’Andrea fino al 17 dicembre, raccoglie gli allievi dello studio d’arte Magnani interpreti di un viaggio interiore.

La scultura di carta
Da BLL, di borgo Merulo, fino a metà febbraio, sono esposte una quindicina di opere di Sabina Feroci. Pittura, scultura e grafica sono i mezzi con cui l’autrice da forma al suo mondo di colore e stupore.
Arte e follia al Labirinto
«Ligabue e Ghizzardi. Arte e Follia» fino al 17 gennaio al Labirinto della Masone a Fontanellato, a cura di Vittorio Sgarbi, organizzata dal Centro Studi e Archivio “Antonio Ligabue” di Parma, offre una serie di importanti dipinti dei due autori espressione di un linguaggio artistico assolutamente personale, metafora della loro esistenza.
Pastori e l’essenza della vita
«L’uomo e la terra: armonia ritrovata» riporta all’attenzione negli spazi di Villa Soragna a Collecchio fino al 19 dicembre, l’opera Luigi Pastori artista che aveva scelto di vivere gli ultimi anni della vita a Colorno. La sua ampia produzione ha trovato in questo percorso riferimenti precisi ai temi prediletti, l’uomo e la terra, come essenza stessa dell’esistere, espressione di una pittura dai riferimenti «fauves» ed all’espressionismo tedesco.
Calendario d’arte
Il Museo PierMaria Rossi di Berceto, ultima tappa della Via Francigena per l’Emilia, ospita, fino al 27 dicembre, la mostra “La Via Francigena nell’anno di Giubileo”, a cura di Marzio Dall’Acqua, seconda tappa di un progetto itinerante. La collettiva si apre con l’opera di Mario Schifano, copertina del calendario e prosegue con opere di artisti del territorio create per illustrare un singolo mese.
Civiltà di pace in Abbazia
La canonica del Complesso monumentale di San Benedetto a Priorato propone la mostra di Francesco Maria Martini «Civiltà della pace»: 19 grandi pannelli in rame sbalzato e dipinto raccontano i miti e le origini del mondo in un affascinante percorso alla ricerca delle origini

© RIPRODUZIONE RISERVATA