Archivio

Istat

Prezzi al consumo: la deflazione tocca l'Emilia

Inflazione annua negativa a Bologna e Modena; a Parma cala (- 0,1%) solo il dato mensile

14 dicembre 2015, 17:05

Prezzi al consumo: la deflazione tocca l'Emilia

Undici tra le grandi città italiane sono in deflazione, con tassi annui d’inflazione sotto lo zero a novembre. E due di queste città sono in Emilia-Romagna. Lo rileva l'Istat, mappando capoluoghi e centri con più di 150 mila abitanti. La riduzione più forte dei prezzi si registra a Bologna (- 0,7%), seguita da Padova, Palermo, Catania, Perugia, Cagliari, Bari, Verona, Venezia, Modena (- 0,1%) ed Aosta. 
Le due principali città dell'Emilia-Romagna soffrono quindi la deflazione nel dato annuo, quello più significativo per valutare la situazione economica locale: soffrono, perché il calo generalizzato dei prezzi di solito è spia di difficoltà nei consumi e quindi di crisi. 
A Parma, secondo i dati rilevati dal Comune in novembre, il dato è positivo per quanto riguarda l'inflazione tendenziale: rispetto a un anno prima, i prezzi sono aumentati in media dello 0,6% (il dato è citato anche dall'Istat nel suo studio sui prezzi). L'inflazione su base mensile, tuttavia, è negativa anche a Parma: - 0,1% rispetto ad ottobre 2015. 
L'inflazione di novembre: tutti i dati di Parma