Archivio

lettera

Verdi in panchina? "Ridicolo" visto dalle Marche

04 gennaio 2016, 16:59

Verdi in panchina?

Nelle settimane scorse la Gazzetta ha dedicato un ampio dibattito al progetto di un monumento dedicato a Giuseppe Verdi, da collocare a fianco del Teatro Regio. Il bozzetto presentato, con Verdi seduto su una panchina con le gambe accavallate e la mano destra a reggere la testa, è stato bocciato a larghissima maggioranza, giudicato ridicolo prima ancora che brutto. E comunque indegno della figura del compositore che si vorrebbe onorare. Il quale, come è noto, non amava questo genere di omaggi.

Una nuova bocciatura arriva ora dalle Marche, sotto forma di un appello firmato da 138 persone, aderenti all'Ambima (Associazione Bande Musicali Italiani Autonome) della provincia di Macerata. I firmatari, che si definiscono musicanti, coristi, direttori e presidenti aderenti all'Associazione, presa visione del bozzetto, definiscono "ridicola l'opera che non rende certamente onore al Grande Maestro" e contestano "il comitato promotore di sì degradante iniziativa invitandolo, unitamente all'intera cittadinanza, ad affrontare l'annosa provvisorietà dell'Ara dello Ximenes". La quale, per dire la verità, provvisoria non è, dal momento che la collocazione in piazza della Pace è definitiva. Forse gli scriventi volevano alludere al degrado che la circonda. L'appello si conclude definendo Parma "una città nella quale da qualche tempo si manifesta una certa diffusa incultura" e invitando i parmigiani a rendere un "vero e significativo omaggio a Verdi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA