Archivio

polemica

Rohani a Roma: coperte le statue nude

26 gennaio 2016, 18:17

Rohani a Roma: coperte le statue nude

In occasione della visita del presidente iraniano Hassan Rohani in Campidoglio sono state coperte da pannelli bianchi su tutti e quattro i lati alcune statue di nudi dei Musei Capitolini. La copertura sarebbe stata decisa come forma di rispetto alla cultura e sensibilità iraniana. Tanto che durante le cerimonie istituzionali non è stato servito nemmeno il vino.

L'ironia della stampa inglese

Roma copre le statue di nudi per evitare al presidente iraniano di arrossire": così, con una nota d’ironia, il Guardian dedica oggi addirittura il titolo a questa vicenda in un articolo di cronaca sulla visita di Hassan Rohani in Italia e in Vaticano.
Ad attirare l’attenzione del giornale britannico - ancor prima delle questioni politiche e degli accordi economici messi sul piatto nei colloqui romani di Rohani - sono state proprio le statue dei Musei Capitolini nascoste dietro alcuni pannelli bianchi in occasione della conferenza stampa congiunta del presidente iraniano con il premier Matteo Renzi all’ombra del monumento equestre a Marc'Aurelio. Un gesto motivato dalle autorità italiane - scrive il Guardian, dopo aver citato l’ANSA come fonte di questa curiosità - con la volontà di non imbarazzare l’ospite e scongiurare «ogni possibile offesa». Il giornale nota anche come nel corso della cena ufficiale in onore di Rohani non siano stati offerti alcolici, consuetudine che lo stesso Guardian descrive peraltro come consolidata quando sono in visita diplomatica «dignitari musulmani».
Il quotidiano inglese non manca infine di sottolineare un precedente dell’ottobre scorso, quando Renzi ricevette nella sua Firenze il principe ereditario di Abu Dhabi, Mohammed bin Zayed. Allora - osserva - vennero nascoste alcune statue in esposizione dell’artista americano Jeff Koons. Ma «il Davide di Michelangelo - conclude con un’ultima puntura di spillo la corrispondente Stephanie Kirchgaessner - rimase scoperto».