Archivio

LANGHIRANO

Accoglienza turistica: si cerca un gestore

Il Comune ha indetto una procedura aperta per affidare lo Iat: c'è tempo fino al 9 marzo

di Enrico Gotti

26 febbraio 2016, 21:50

Accoglienza turistica: si cerca un gestore

Il Comune di Langhirano cerca un nuovo gestore per il servizio di accoglienza turistica. Il municipio ha indetto una procedura aperta per affidare lo Iat che ha sede a Torrechiara.

L’appalto ha una durata di tre anni, dal primo di aprile 2016 fino al 31 marzo 2019, con una base d’asta di 114.750 euro, iva esclusa (38.250 euro all’anno).

L’ufficio di informazione e accoglienza turistica si trova dentro le prime mura di Torrechiara, accanto al castello, in un rustico recentemente restaurato, che prima era utilizzato come fienile.

Nel 2013 la giunta comunale di Langhirano ha assegnato la gestione del servizio di informazione e accoglienza turistica all’Unione Montana Appennino Parma Est. La convenzione è però scaduta il 31 dicembre 2015 e l’Unione Montana ha comunicato al sindaco la propria indisponibilità a proseguire nella gestione. L’amministrazione di Langhirano ha così dovuto individuare una diversa soluzione, non potendo provvedere con personale proprio. In attesa della gara, in questi mesi, da gennaio a fine marzo, il servizio Iat viene gestito temporaneamente dalla Pro Loco di Langhirano.

Al nuovo bando possono partecipare le ditte che hanno “tra i propri oggetti di impresa l’esercizio dell’attività di informazione e accoglienza turistica” e che sono “in possesso di apposita autorizzazione all’esercizio di attività di Agenzia di viaggio regolarmente pubblicata nel bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna con almeno tre anni di esercizio di attività”.

Altri requisiti sono l’iscrizione alla camera di commercio e l’aver “conseguito negli ultimi tre esercizi finanziari chiusi un fatturato medio pari o superiore a 100.000 euro iva inclusa”.

Le imprese interessate dovranno presentare i plichi con la documentazione, l’offerta tecnica e l’offerta economica al Comune di Langhirano, entro le 12.30 del 9 marzo 2016.

La commissione valuterà il progetto migliore, attribuendo un punteggio massimo di 100 punti, di cui 70 per la parte tecnica e 30 per l’offerta economica.