Archivio

Tennis

Anche l'Onu abbandona la Sharapova

Dopo il caso doping revocato il ruolo di "ambasciatrice per la buona volontà".

15 marzo 2016, 20:40

Anche l'Onu abbandona la Sharapova
Gli sponsor e adesso anche l'Onu. Non ha fine l'isolamento di Maria Sharapova, che a una settimana dalla rivelazione della positività al meldonium durante gli ultimi Open d'Australia, si ritrova anche senza il ruolo di ''ambasciatrice di buona volontà'' del programma delle Nazioni unite per lo sviluppo, che combatte la povertà e la disuguaglianza nel mondo, ruolo che la tennista russa ricopriva dal 2007.
 
Il crollo di popolarità subito da Masha è evidentemente incompatibile con gli intenti del Palazzo di Vetro. L'agenzia dell'Onu ha divulgato un comunicato in cui si è detta ''riconoscente verso Maria Sharapova per aver sostenuto il nostro lavoro, in particolare gli sforzi per la ricostruzione dopo la catastrofe nucleare a Chernobyl (…). Ma alla luce dell'annuncio fatto recentemente abbiamo deciso di sospenderla da tutte le attività previste in attesa del prosieguo dell'inchiesta''. 

Anche l'Onu abbandona la Sharapova