Archivio

settembre 2015

Atleta del mese - Sara Fantini

Settembre

di Lucia Bandini

23 aprile 2016, 12:20

Una medaglia d’oro ai campionati italiani di società e, subito dopo, il titolo di «Atleta del Mese» di settembre: è proprio lei, Sara Fantini, la martellista del Cus Parma, infatti, a guidare dall’alto la classifica dello storico premio organizzato dalla sezione di Parma dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport e dal Panathlon Club Parma, in collaborazione con Gazzetta di Parma, Radio e Tv Parma e Banca Intesa Sanpaolo, proprio come ha fatto, pochi giorni fa, sul podio di Jesolo. Agli Italiani di società, Sara Fantini, figlia d’arte (il papà Corrado è arrivato in finale nel lancio del peso ai giochi olimpici di Atlanta 1996 e la mamma, Paola Iemmi, che ha praticato il lancio del giavellotto, ora la allena insieme a Nicola Vizzoni), a diciott’anni ha centrato l’impresa: al secondo lancio, con una misura di 61,75 metri, infatti, ha registrato il record personale e il record regionale, riuscendo a salire sul gradino più alto del podio, nonostante fossero presenti, alla prestigiosa competizione, anche atlete più grandi sia d’età che per esperienza, come per esempio Micaela Mariani. La Fantini, che riesce a coniugare perfettamente scuola ed allenamenti di lancio del martello, non si pone limiti e, da «regina» del mese di settembre, guarda con fiducia, ambizione e speranza al futuro, ovvero al Mondiale Juniores di Kazan 2016, in Russia. Un mondiale in prospettiva e un «Atleta del Mese» già vinto: con i suoi ventitre voti, infatti, Sara Fantini è riuscita a superare lo schiacciatore del Paris Volley, già medaglia d’argento con la Nazionale alla Coppa del mondo, Jacopo Massari, secondo con otto voti, ed Andrea Manici, tallonatore delle Zebre, chiamato in Nazionale per i Mondiali di rugby, terzo con sei voti.


   Agli italiani di società ha vinto nel lancio del martello   
La diciottenne del Cus Parma ha centrato l'impresa a Jesolo superando avversarie più grandi ed esperte con un lancio a 61,75 m.