Archivio

busseto

Addio a Paola: la sua è stata una lezione di vita

di Paolo Panni

06 maggio 2016, 15:20

Addio a Paola: la sua è stata una lezione di vita

Un corpo gracile dentro al quale «esplodeva» un gigante di bontà e di altruismo. Una lezione di vita straordinaria quella lasciata da Paola Demaldè, scomparsa ieri, all’età di 44 anni, vinta purtroppo da una grave malattia.

Nata a Cremona il 10 gennaio 1972, dopo aver trascorso gli anni dell’infanzia e della gioventù a Polesine, da tempo viveva a Busseto dove lavorava, alle dipendenze del Comune. Molto conosciuta in tutta la zona e benvoluta da tutti ha sempre saputo seminare il bene ovunque, in tutti i campi in cui si è trovata ad agire.

Lo ha fatto attraverso una semplicità disarmante, animata solo dal suo grande cuore, riuscendo a rendere facile anche ciò che poteva essere difficile. Tutto questo nonostante una vita non facile, segnata dalle condizioni di salute non buone e messa a dura prova dai dolori. Su tutti quelli che l’hanno vista sopportare, in pochi anni, la scomparsa della madre Rita prima, del fratello Pietro poi ed infine del papà Nando. Nulla l’ha però fatta star lontano dalla sua voglia di fare il bene, che si è concretizzata soprattutto, in modo sublime, attraverso il concreto impegno profuso, più volte, a favore del reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale di Parma attraverso l’associazione «Noi per loro» (profondo era il suo legame col professor Giancarlo Izzi) per la quale ha dato vita a svariate iniziative (tra queste le partite di calcio in ricordo del fratello Pietro, che a sua volta si era speso in passato a favore dell’oncoematologia pediatrica).

Leggi tutte le Top News: 24 ore PARMA - ITALIA/MONDO - SPORT

24 ORE PARMA - Top news città e provincia

24 ORE ITALIA-MONDO - Tutte le flash news 

24 ORE SPORT - Top news

Video Mondo: ecco i filmati più interessanti e curiosi