Archivio

'Ndrangheta

Alfano: "Brescello, amministratori assoggettati"

11 maggio 2016, 19:36

Alfano:

«L'atteggiamento di acquiescenza degli amministratori comunali» che si sono avvicendati alla guida dell’ente «nei confronti della locale famiglia malavitosa», si è «poi trasformato in una condizione di vero e proprio assoggettamento al volere di alcuni affiliati alla cosca, nei cui riguardi l’ente, anche quando avrebbe dovuto, è rimasto, negli anni, sostanzialmente inerte». E’ un passaggio della proposta di scioglimento per mafia del Comune fatta dal ministro dell’Interno Angelino Alfano al presidente della Repubblica: il decreto di Sergio Mattarella con cui viene affidata la gestione del Comune ad una commissione straordinaria per 18 mesi è in Gazzetta ufficiale.
Nella proposta di Alfano si parla di inchieste che hanno «reso palese la presenza sul territorio comunale di una cosca della 'Ndrangheta interessata a infiltrarsi nel tessuto economico-sociale anche attraverso l’opera di imprenditori collusi che hanno favorito il riciclaggio di denaro proveniente da attività criminali».