Archivio

IL CASO

Profughi, in tutto sono 178. Il sindaco: li sposteremo così

22 maggio 2016, 15:04

Profughi, in tutto sono 178. Il sindaco: li sposteremo così

«Quanti sono gli stranieri regolari residenti a Salsomaggiore e a Tabiano? Quanti presunti profughi sono ospitati nella città termale e nella sua frazione?». Questo il tenore dell’interpellanza presentata dal consigliere comunale Marco Caselgrandi, del gruppo Uniti per Salsomaggiore e Tabiano, alla quale ha risposto il sindaco Filippo Fritelli.

Il primo cittadino ha risposto affermando che gli stranieri regolarmente residenti sul territorio comunale sono 1998 mentre per i presunti profughi «la prefettura ha emesso un bando nel marzo scorso per la loro ospitalità al quale hanno risposto 5 strutture, con un aumento di una unità, tra Salso e Tabiano – ha sottolineato Fritelli –. Noi non possiamo intervenire, occorrerebbe comunque coordinare l’attività. Ho scritto al prefetto esprimendo il nostro disappunto per la mancanza di un’informazione preventiva che ci consenta di fornire risposte ai cittadini e di gestire la situazione in quanto con il bando è stata superata la soglia che era stata fissata per il nostro territorio. Ora sono presenti 178 profughi, 38 più del limite del bando di marzo, così suddivisi: a Salso sono in tutto 61, 40 a Talita Kum, 21 all’albergo Azzurra, a Tabiano 117 e cioè 37 al Terme, 39 al Maria Luigia e 41 a Villa Bianca» ha concluso il primo cittadino. Dalla prefettura hanno fatto sapere nella giornata di ieri dell’impegno per la riduzione dei presunti profughi sul territorio con la rimodulazione del loro numero con una più equa distribuzione, riducendoli a Tabiano a favore del capoluogo. M. L.