Archivio

dda napoli

Camorra: indagati i calciatori Izzo, Millesi e Pini

23 maggio 2016, 11:47

l difensore del Genoa, Armando Izzo, il centrocampista dell’Acireale, Francesco Millesi, già in forza all’Avellino, e l’ex calciatore Luca Pini, sono indagati dalla Dda di Napoli nell’inchiesta su camorra e calcio. Nei riguardi dei tre si ipotizza il reato di partecipazione esterna ad associazione mafiosa.

Sono due le partite per le quali la Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli ipotizza il reato di frode sportiva. La prima è Modena-Avellino del 17 marzo 2014; la seconda è Avellino-Reggina del 25 maggio dello stesso anno.

Modena-Avellino e Avellino-Reggina, il film dei match nel mirino


Una sconfitta in trasferta che allontanava il traguardo degli spareggi per salire in serie A, una vittoria in casa che lo riavvicinava: è la sintesi del film delle due partite dell’Avellino ora sotto inchiesta da parte della Dda di Napoli, per sospetti di frode sportiva.
Modena-Avellino del 17 maggio 2014 si chiude con la vittoria degli emiliani per 1-0: il gol arriva a inizio secondo tempo, con Bianchi che a porta vuota colpisce di testa sul rimbalzo dalla traversa, da un precedente colpo di testa. Nel primo tempo, il Modena aveva protestato per un mani in area dell’avellinese D’Angelo. Finale con due occasioni per il pari dell’Avellino, ma i tiri escono di poco.
Una settimana dopo, la squadra campana batte la Reggina già retrocessa 3-0: primo gol al 32' del primo tempo (Fabbro), poi nel secondo al 28' e al 32' il vantaggio cresce (Galabinov e Ciano). Le cronache segnalano che la Reggina mando in campo molti giovani, lasciando fuori i veterani. A fine stagione, l'Avellino non raggiungerà comunque i play off per la promozione in serie A, il Modena sì. (ANSA).