Archivio

BASILICAGOIANO

Incrocio pericoloso: via libera alla rotatoria

di Nicoletta Fogolla

04 giugno 2016, 21:55

Incrocio pericoloso:  via  libera alla rotatoria

Una rotatoria, tanto attesa quanto «contrastata», verrà realizzata nell’area dell’ex farmacia di Basilicagoiano. La relativa convenzione tra un privato cittadino e il Comune di Montechiarugolo è stata siglata nei giorni scorsi. La firma apposta dalle parti pone fine a un lungo e tortuoso iter, costellato di difficoltà, polemiche e contrasti di vario genere. E, soprattutto, dà ufficialmente il «la» a un intervento destinato a risolvere un problema viabilistico, rappresentato dalla pericolosità di un incrocio tra le centrali vie Parma e 25 Aprile. Il patto raggiunto si snoderà in due stralci. Il primo riguarderà la realizzazione da parte dell’amministrazione comunale, a spese proprie, della rotatoria e dei connessi raccordi stradali d’immissione, previa acquisizione gratuita dal privato della relativa superficie, pari a circa 8000 metri quadrati. Per contro, al soggetto attuatore verrà riconosciuta una superficie utile di oltre 900 metri quadrati, derivanti dalla demolizione dell’ex farmacia e compresi negli 8mila ceduti, da delocalizzare nel campo attiguo, oltre che la proroga dell’attuazione del Piano urbanistico d’iniziativa privata, oggetto del secondo stralcio. Una prima convenzione, mai siglata, prevedeva lo sconto al privato degli oneri di urbanizzazione eventualmente dovuti per l’intervento urbanistico. Ora invece, il Comune sosterrà direttamente il costo della rotonda. «Abbiamo firmato - afferma Francesca Terzi, assessore all’urbanistica del Comune di Montechiarugolo - la convenzione urbanistica col privato, che si divide in due stralci. Stiamo lavorando a questa cosa da un anno e mezzo e abbiamo fatto davvero di tutto per portare a casa un risultato molto importante per tutti e, soprattutto per i cittadini di Basilicagoiano, che risolverà il problema viabilistico dell’area in questione. Ipotizziamo di procedere alla costruzione della rotatoria tra il 2017 e il 2018».
In sostanza la nuova rotonda verrà realizzata su un’area appartenente al privato cittadino, ad oggi ceduta al Comune, a sua volta proprietario di alcune aree già interessate dalla viabilità esistente e coincidenti con il crocevia tra le strade: 25 Aprile, Parma, Lunga e con Piazza Ghiretti e parcheggio pubblico, ubicati in adiacenza. Entro una decina di mesi, «la zona interessata dovrebbe essere libera da fabbricati e dalle reti sottostanti dei servizi». «Ringrazio - conclude la Terzi - il sindaco, il gruppo consiliare di maggioranza e, in particolare il capogruppo Paolo Schianchi, l’ufficio comunale di Pianificazione territoriale e la famiglia Calestani, ovvero la parte privata della convenzione e coloro che hanno consentito di concludere l’accordo. Non ringrazio, invece, tutti quelli che hanno acceso i toni, in un momento in cui ci sarebbe stato bisogno di compattezza».