Archivio

PROTOCOLLO

Bollette non pagate: Iren avviserà i condomini

Morosità: non sarà più sufficiente informare l'amministratore

di Beppe Facchini

17 luglio 2016, 13:48

La questione non è da sottovalutare: nei confronti di Iren, attualmente, la morosità nei pagamenti delle bollette coinvolge un migliaio di utenze in tutta la provincia di Parma, per un totale di circa 10 milioni di euro in meno nelle casse di chi gestisce acqua, luce, gas e teleriscaldamento nel territorio. In pratica, «un terzo delle morosità di tutta la regione riguarda Parma» sostiene l’amministratore delegato di Iren Mercato Gianluca Bufo, pur precisando che «è un dato non particolarmente sopra la media». Ricordando che comunque la multiutility non serve l’intera Emilia-Romagna ma soltanto alcune province, la questione non cambia: è necessario affrontare concretamente il tema morosità.

E per questo motivo, Comune di Parma, Iren e ben 13 tra sindacati, associazioni di consumatori e di amministratori di condominio hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per definire nuove «procedure sulla gestione del credito di forniture energetiche e idriche».

L’accordo avrà durata fino al 31 dicembre 2019 ed è il frutto di un lungo lavoro condiviso tra le parti. L’obiettivo è di tutelare i cittadini affinché conoscano in tempo reale la situazione dei crediti relativi al condominio, evitando brutte sorprese. Tradotto: si punta anche ad evitare che amministratori disonesti, in situazioni con forniture centralizzate, finiscano col mettere nei guai qualcuno.

«Anche se la stragrande maggioranza di loro lavora in modo serio e onesto – puntualizza l’assessore al Welfare Laura Rossi-, ci sono stati alcuni episodi spiacevoli, con inquilini e proprietari che si sono ritrovati le utenze staccate a causa di amministratori non hanno pagato».

Per scongiurare nuove cronache del genere e mettere a punto modalità di recupero crediti più efficaci, in nome di «trasparenza e tempi più brevi», ricorda ancora Bufo, ecco le novità. Innanzitutto nascerà uno “Sportello Virtuale” gestito da Iren per consentire agli amministratori di accedere a informazioni e funzioni personalizzate via web riguardo servizi erogati, contratti, pagamenti e consumi. Inoltre, nelle cassette postali sarà distribuita un’informativa puntuale agli utenti sullo stato debitorio dell’intero condominio e poi ci saranno nuove modalità relative ai tempi di gestione, con un totale di 60 giorni a disposizione per regolarizzare la propria posizione. Dopo due mesi, però, chi non salda non avrà più alcun servizio.

Ogni quattro mesi verrà effettuato un monitoraggio completo. L’accordo, infine, prevede che se si dovesse giungere alla sospensione della fornitura energetica o alla riduzione del flusso di erogazione dell’acqua, ci sarà la disponibilità a negoziare piani di rientro che soddisfino entrambe le parti, mentre le situazioni debitorie esistenti, o generatesi prima della data di sottoscrizione del protocollo, saranno gestite con modalità e accordi specifici alle singole situazioni condominiali.