Archivio

valceno

Prove di fusione fra Varano e Varsi

di Valentino Straser

19 luglio 2016, 12:49

Prove di fusione fra Varano e Varsi

Prove di dialogo fra le amministrazioni comunali di Varano Melegari e di Varsi per ipotizzare la fusione di comuni all’interno della stessa valle. È accaduto pochi giorni fa in occasione di un incontro informale fra alcuni rappresentanti delle rispettive amministrazioni. «Ci troviamo in una fase interlocutoria e stiamo valutando le linee guida di un possibile progetto di fusione - ha spiegato il primo cittadino di Varano, Giuseppe Restiani -. Ma anche se siamo ancora nel campo delle ipotesi,la fusione dei comuni rientra nelle linee guida del nostro programma amministrativo».
Le intenzioni erano state espresse da Restiani anche in una recente seduta consigliare nel corso della quale aveva indicato fra gli obiettivi, quello di sensibilizzare la popolazione per promuovere la fusione dei Comuni, sottolineando che se il progetto non dovesse giungere a positive conclusioni l’amministrazione valuterà la possibilità di costituire una Unione dei Comuni della Valveno, in alternativa all’Unione dei Comuni Val Taro e Ceno.
Anche il primo cittadino di Varsi, Luigi Aramini, non ha espresso contrarietà, in senso generale, ad un progetto di fusione fra comuni limitrofi aventi peculiarità geografiche fra loro paragonabili, come potrebbero essere Varano e Varsi. «Al momento - spiega Aramini - recentemente eletto alla carica di vicepresidente dell’Unione, stiamo lavorando a livello comprensoriale per rafforzare l’Unione dei Comuni Taro e Ceno, rilanciare il territorio e potenziare i servizi. Proseguire l’iter di valorizzazione e di affermazione dell’Unione dei Comuni e la possibilità di costituire fusioni non è del tutto incompatibile, soprattutto se si creeranno le condizioni per costituire nuovi ambiti all’interno dell’Unione. I passi da compiere, prima di giungere ad una proposta concreta di progetto politico-amministrativo per una fusione fra comuni, che potrebbe estendersi anche ad altre amministrazioni, sono comunque ancora tanti. A cominciare dall’indire un referendum popolare per una scelta condivisa e su base volontaria delle amministrazioni. Un progetto che è solo in una fase interlocutoria, ma come scriveva Lao Tzu duemilacinquecento anni fa: “anche un viaggio di mille miglia inizia con un piccolo passo”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA