Archivio

DOMENICA 7 AGOSTO

Caos migranti a Ventimiglia, fermati francesi armati

07 agosto 2016, 21:21

Caos migranti a Ventimiglia, fermati francesi armati

Cinque arresti e tre francesi fermati con mazze e coltelli fra i no Border, che oggi a Ventimiglia dovevano tenere una manifestazione organizzata. Dopo gli arresti, il gruppo che era in presidio nella località al confine con la Francia, ha deciso di dare vita ad un corteo spontaneo. Polizia e carabinieri hanno bloccato l'accesso alla città ai manifestanti, una cinquantina. Il gruppo di No border aveva tentato di avvicinarsi al commissariato dove si trovano i cinque arrestati delle ultime ore. Il gruppo ha poi sciolto il corteo riformando il presidio in piazza Costituente, alla periferia di Ventimiglia. Cordoglio per il poliziotto morto, ma i No Border precisano: «Non c'entriamo nulla».

L'ISIS RIVENDICA L'ATTACCO CON IL MACHETE A CHARLEROI. L'AGGRESSORE ERA IMMIGRATO ILLEGALE, HA COLPITO DUE POLIZIOTTE

L'Isis ha rivendicato l'attacco a Charleroi attraverso la sua agenzia Amaq. «E' stato effettuato da uno dei soldati dello Stato islamico», si legge. L'assalitore aveva colpito due poliziotte a colpi di machete ed era stato poi ferito a morte. Si tratta di un cittadino di origine algerina, 33 anni, immigrato illegale che soggiorna in Belgio dal 2012. Era noto alla polizia solo per criminalità comune, non per terrorismo.

A ISTANBUL PIU' DI UN MILIONE IN PIAZZA AL RADUNO PRO ERDOGAN. L'APPELLO SU TWITTER: «MOSTRIAMO UNITA' E SOLIDARIETA'»

Sono più di un milione, secondo vari media internazionali, le persone arrivate nella spianata di Yenikapi, nella parte europea di Istanbul per il mega-raduno definito «per la democrazia e per i martiri» voluto dal presidente Erdogan e con la partecipazione dei leader di due tra i più importanti partiti d'opposizione. Altre manifestazioni simili sono state organizzate in altre località della Turchia e secondo l'agenzia di stampa Anadolu il numero dei manifestanti raggiungerebbe i tre milioni. Erdogan è arrivato in elicottero dopo aver twittato: «Invito tutti i miei cittadini a Yenukapi, per mostrare in modo inequivocabile e forte la nostra unità e solidarietà».

PISTORIUS SI FERISCE AI POLSI, MEDICATO E RIMANDATO IN CELLA. L'ATLETA RACCONTA DI ESSERE CADUTO, MA RESTA IL DUBBIO DEL TENTATO SUICIDIO

Oscar Pistorius, condannato a sei anni per l'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp, è stato ricoverato in ospedale per delle ferite ai polsi. Dopo essere stato medicato, è stato riportato in cella. Il portavoce del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria ha riferito che ha raccontato di essersi ferito cadendo dal letto. Il portavoce non ha aggiunto particolari per motivi di privacy. E' stata aperta un'inchiesta, resta il dubbio che abbia tentato il suicidio.

IL MANCHESTER UNITED DA' IL BENVENUTO A POGBA, #POGBACK. IL CLUB: «VISITE MEDICHE PRIMA DI CHIUDERE IL TRASFERIMENTO»

"#Pogback": il Manchester United conferma con questo hashtag, sul proprio sito web, che la Juventus ha autorizzato Paul Pogba a sostenere le visite mediche per il club inglese. Gli esami, precisa la società di Old Trafford, dove il centrocampista è cresciuto, «al fine di completare il suo trasferimento dalla Juventus». I bianconeri intanto hanno battuto 3-2 il West Ham United, a Londra, nell'amichevole d'esordio di Higuain e Pjaca.

MORTO PITANGUY, RE DELLA CHIRURGIA ESTETICA DEI VIP. AVEVA 93 ANNI E AVEVA FATTO DA TEDOFORO PER RIO 2016

Ivo Pitanguy è morto in Brasile all'età di 93 anni. Soprannominato «il filosofo della chirurgia plastica», aveva fatto del Brasile una delle mete preferite dai ricchi e famosi di tutto il mondo. Proprio l'altro ieri aveva fatto da tedoforo in un tratto del cammino della fiamma Olimpica di Rio 2016. Aveva portato la fiaccola seduto su una sedia a rotelle. Si dice che Pitanguy avesse una lunga lista di clienti del jet-set, di cui è stato sempre attento a non rivelare i nomi. Nonostante la sua fama e la sua ricchezza, amava aiutare gratuitamente le vittime di incidenti senza mezzi. Il suo corpo sarà cremato in giornata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA