Archivio

Libia: Kobler, corridoi sicurezza per i civili a Bengasi

'La situazione umanitaria è un imperativo'

08 agosto 2016, 14:00

(ANSAmed) - IL CAIRO, 8 AGO - L'Inviato Onu per la Libia, Martin Kobler, ha esortato le parti nel Paese a "concordare corridoi di sicurezza per permettere alle famiglie intrappolate a Bengasi di lasciare la città". In un tweet, il diplomatico ha aggiunto che "la situazione umanitaria è un imperativo!". La sicurezza a Bengasi è peggiorata nelle ultime settimane. Tra gli ultimi episodi di violenza a inizio agosto, l'attacco contro le forze della sicurezza da parte dei miliziani legati ad al Qaida con almeno una ventina di morti. Ieri l'ospedale di Al-Ghala ha reso noto che nel solo "mese di luglio negli scontri a Bengasi sono morti almeno 13 soldati delle forze armate libiche - legate a Khalifa Haftar - mentre altri 172 sono rimasti feriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA