Archivio

DEGRADO

Ancora discariche in via Beneceto

di Damiano Ferretti

11 agosto 2016, 01:55

Ancora discariche in via Beneceto

Indumenti, mobili, materiale edile di vario genere, vecchi elettrodomestici, rottami meccanici. E ancora: bidoni di ferro, materassi, giocattoli, scatoloni e, addirittura, un termosifone ed un condizionatore.

Sono solo alcuni degli innumerevoli rifiuti abbandonati nella zona compresa tra via Beneceto, Casalbaroncolo, via Del Traglione fino alla località Il Moro. La situazione più allarmante in strada principale di Beneceto: a duecento metri dall’abitato di Casalbaroncolo, lo spazio a fianco della carreggiata è stato trasformato in una discarica abusiva che si protrae per ben 20 metri; alquanto brutta da vedere e, nonostante l’area sia stata bonificata già varie volte dal Comune (ma c’è chi, in passato, ha provato pure a bruciare questa montagna di rifiuti), ci sono nuovamente mobili, scatoloni, scarti di cantieri, tappeti accatastati insieme a copertoni di automobili, tubi, contenitori in plastica e ferro e, persino, decine di sacchetti neri contenenti chissà quali rifiuti. Da anni ormai da queste parti è il degrado a farla da padrone incontrastato e la situazione non migliora proseguendo più in là, in via Del Traglione, dove le piazzole di sosta sono diventate degli improbabili «centri di raccolta» vicino a quello spicchio di verde che costeggia l’Enza e che ospita il cippo eretto in memoria del piccolo Tommy dove venne ritrovato senza vita il 1° aprile di dieci fa.

«Per noi, purtroppo, non è una sorpresa - fa notare un folto drappello di residenti -: da anni, ormai questa situazione si trascina e i rifiuti abbandonati aumentano di giorno in giorno». «E’ una situazione davvero sconcertante - sbotta Paola Pellinghelli -: mi chiedo a che cosa siano servite le pulizie degli anni scorsi perché ci sono ancora tantissimi rifiuti. Ognuno di noi dovrebbe trattare il suolo pubblico come la propria casa e allora sì che vivremmo tutti meglio. A settembre, insieme ai volontari dell’associazione Tommy nel Cuore torneremo in via Del Traglione, per l’abituale pulizia con l’obiettivo di ridonare alla popolazione questo meraviglioso angolo naturale ma per riuscire nel nostro intento avremo bisogno dell’aiuto di tante persone».