Archivio

MOTO

Corradi, doppia vittoria nel Motoestate di Varano

Emozioni a non finire nei trofei Wheelup sulla pista del Paletti

di Filippo Delmonte

11 agosto 2016, 00:06

I trofei Wheelup Motoestate a Varano salutano per le vacanze regalando emozioni a non finire. Tante gare combattute e soprattutto una bella notizia. Kim Aloisi, caduto sabato, non ha riportato particolari conseguenze nonostante lo spavento iniziale.

Buona l’affluenza di pubblico in una giornata che ha regalato soddisfazioni ai piloti parmigiani e reso le classifiche di campionato incerte fino al prossimo round finale di Franciacorta in programma il 25 settembre.

Daniele Corradi nella 600 Mes ha sfruttato al meglio il fattore campo conquistando due vittorie in altrettante gare rendendo così la sua prestazione perfetta. Il doppio round di Varano gli ha permesso di portarsi a sole cinque lunghezze dal leader Perseghin. Per il pilota del Moto Club Varano non è stato semplice avere ragione di Perseghin e del ducale Lolli che in entrambe le gare gli hanno reso la vita difficile, anche se Corradi ha risposto al meglio con sorpassi perfetti.

Soprattutto il giovanissimo Perseghin ha fatto sudare i successi al pilota del team SCS. Nella prima gara dopo una bella rimonta si è arreso all’ultimo giro.

Nella seconda gara, sempre all’ultimo giro ha sbagliato, scivolando, lasciando così via libera
al pilota di casa che grazie ai 50 punti conquistati, contro il 30 del rivale ha riaperto il discorso titolo.

Si giocheranno tutto all’ultima gara a Franciacorta. Anche Lolli va via da Varano soddisfatto con due terzi posti. Nocivelli da parta sua ha chiuso quarto in gara 2 dopo la scivolata rimediata nella prima sfida.Sugli allori anche Massimo Accornero secondo nella 1000 Open dominata da Traversaro. Accornero dopo una partenza non perfetta è stato capace di rimontare posizione e andare a prendere e passare Stefano Togni cogliendo così una bella piazza d’onore. Togni con il terzo posto e il ritiro di Boccelli allunga in campionato. Nulla però è definito perché a Franciacorta la 1000 disputerà il doppio round. Tra le 1000 Mds affermazione per Cristini. La 600 Motodiserie è stata dominata in entrambe le gare da Andrea Carniglia che ha preceduto Villamagna e Besana nella prima gara e Villamagna, Filippi nella seconda.

Il ducale Poncini dopo essere partito dalla prima fila ha ottenuto in gara 2 un buon quinto posto, mentre in gara 1 è scivolato a causa di un concorrente che davanti a lui ha rotto il motore. Simone Campanini è invece il volto nuovo della Race Attack 600. Il parmigiano ha stupito alla sua seconda gara della carriera cogliendo il terzo posto assoluto e il primo della speciale classifica challenge. In entrambe le gare è sempre stato nel gruppo di testa con un terzo e un sesto posto. Non male per il debuttante seguito dall’ex pilota Davide Messori. La vittoria è andata a Tarquini davanti a Maggio. Nella Race Attack 1000 successo di Carniglia. Sul podio con lui Cucinella e il ducale Vitiello, primo della classifica Challenge. Massimo Gilioli dopo la caduta rimediata in prima manche si è rifatto nella seconda con un bellissimo secondo posto che gli ha permesso di chiudere quinto di giornata.

Nelle altre categorie vittorie per Ruggiero, gara 1, e Gaggiolo, gara 2, della Naked. Mentre nella MiniOpen affermazione in solitaria per Suardi che ha preceduto Barbiani e Ferri. Proprio nella MiniOpen è rientrato il giovanissimo Francesco Amato che ha conquistato il quindo posto. Mentre Marzia Poncini ha chiuso ottava.