Archivio

GIOVEDI' 11 AGOSTO

Libia, battaglia finale a Sirte. Italia: più controlli nei porti

11 agosto 2016, 21:21

Libia, battaglia finale a Sirte. Italia: più controlli nei porti

Il sindaco di Sirte annuncia che il 70% della città è stato liberato dalle forze libiche sostenute dagli Stati Uniti. Le milizie libiche fedeli al governo Sarraj hanno dato alle fiamme le bandiere nere dell'Isis issate sui palazzi e sulle scuole, al loro posto sono state issate le bandiere dell'indipendenza. Il m inistro Gentiloni ha specificato che se ci dovessero essere delle missioni italiane in Libia, dovrebbero essere autorizzate dal Parlamento. Renzi ha parlato di «difficoltà inedite». Sempre peggio ad Aleppo, l'Onu chiede una tregua umanitaria di 48 ore e indaga su attacco con gas. Linea dura della Germania contro i migranti che delinquono: espulsioni più facili. Ma nessun divieto al burqa. Potenziati i controlli anti attentati nei porti italiani.

NO DA UMBRIA E SINDACI DEL LAZIO AL PIANO RIFIUTI DELLA RAGGI: «NON SUL NOSTRO TERRITORIO». L'ASSESSORE MURARO: «NESSUN CASO»

L'Umbria respinge al mittente l'ipotesi di Virginia Raggi per lo smaltimento dei rifiuti romani nell'impianto di Orvieto. L'altolà arriva sia dal governatore della Regione Catiuscia Marini - «Mi trovano ai posti di combattimento» - sia dal sindaco di Orvieto. Stessa risposta dai primi cittadini di Cassino e e San Vittore nel Lazio: «Raggi non può e non deve risolvere l'emergenza rifiuti utilizzando il nostro territorio». Dopo lo stop prende la parola l'assessore Paola Muraro: «L'Umbria non si preoccupi».

CRIMEA, RIUNIONE URGENTE DEL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL'ONU. ALLERTA MASSIMA DELL'UCRAINA. PUTIN: DIFENDIAMO I CITTADINI

Il Consiglio di Sicurezza dell'Onu si riunisce d'urgenza sulla situazione in Ucraina. A chiedere l'incontro è stata Kiev, dopo «le ultime provocazioni della Russia in Crimea», come conferma la Rappresentanza Permanente dell'Ucraina al Palazzo di Vetro. Putin da parte sua ha discusso con il Consiglio di sicurezza «misure addizionali per garantire l'incolumità dei cittadini e delle infrastrutture di vitale importanza in Crimea» in seguito alle presunte incursioni armate ucraine denunciate da Mosca e negate dal governo di Kiev.

L'ISTAT CONFERMA: LA DEFLAZIONE RALLENTA, -0,1% A LUGLIO. OCCHI PUNTATI SU PIL A META' ANNO. LE PENSIONI PESANO SULLA MANOVRA

La deflazione rallenta a luglio e i prezzi al consumo calano dello 0,1%. Lo comunica l'Istat confermando le stime preliminari. L'indice nazionale dei prezzi al consumo, al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,2% su base mensile e una diminuzione dello 0,1% su base annua. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona diminuiscono dello 0,7% su base mensile a luglio e aumentano dello 0,4% su base annua. Occhi puntati su pil di metà anno, le pensioni pesano sulla manovra.

TURCHIA, DUE MILITARI FUGGITI IN ITALIA DOPO IL GOLPE. «CONTATTATE LE AUTORITA' DI ROMA». ERANO SCOMPARSI DAL 29 LUGLIO

Due addetti militari turchi di base in Grecia sono scappati in Italia via mare il 6 agosto dopo il fallito golpe del 15 luglio. Le autorità italiane, sostiene il capo della diplomazia turca, sono già state informate. Il 7 agosto il ministero degli Esteri greco ha revocato l'accredito dei due colonnelli su richiesta di Ankara. E dei due militari si sono perse le tracce il 29 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA