Archivio

montecchio

Dopo la truffa online gli sberleffi via sms: denunciati

12 agosto 2016, 15:24

Truffatori dalla faccia di bronzo. Questo il profilo di un uomo ed una donna crotonesi che, oltre a raggirare le vittime intascando i soldi e non inviando la merce in vendita online, se ne facevano beffe inviando loro sms ironici.

E' accaduto anche a un imprenditore 30enne reggiano, che dopo aver chiesto conto della mancata spedizione di una rara bottiglia di whisky da collezione, si è sentito rispondere via sms: “E’ una truffa, devi ringraziarci bere fa male!”

I due sono stati identificati dai carabinieri della stazione di Baiso grazie alle indagini telematiche: l’uomo è risultato aver curato l’inserzione e i contatti con l’acquirente, che correvano via email e tramite sms, mentre la donna risulta aver incassato i 220 euro che le sono stati accreditati sulla sua postepay per l’acquisto della bottiglia di whisky.

Con l’accusa di truffa i Carabinieri della Stazione di Montecchio Emilia hanno denunciato un 25enne crotonese con una sfilza di precedenti specifici e la complice 45enne sempre crotonese. La vittima aveva risposto ad un annuncio su un sito di e-commerce trovando il prezzo della bottiglia dei desideri assolutamente conveniente. Ha quindi versato l’importo richiesto tramite bonifico per poi scoprire di essere raggirato dagli stessi truffatori al momento del sollecito della spedizione. A questo punto l’uomo si è presentato ai carabinieri della Stazione di Baiso formalizzando la denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri tra il numero di telefono associato all’inserzione esca, l’IP del computer utilizzato per l’annuncio e la carta prepagata dove erano confluiti i soldi, i Carabinieri di Baiso hanno catalizzavato le attenzioni investigative sui due, nei cui confronti sono stati acquisiti una serie di incontrovertibili elementi di responsabilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA