Archivio

sala baganza

Premi San Lorenzo, a Sala notte di stelle e solidarietà

Le Torri 2016 assegnate a Lina Zuelli, Giuseppe Battilocchi e Corrado Cavalli

di Cristina Pelagatti

13 agosto 2016, 00:55

Premi San Lorenzo, a Sala notte di stelle e solidarietà

Notte di stelle e solidarietà a Sala Baganza quella di San Lorenzo a Sala Baganza. Nel giorno del patrono del paese tre cittadini che si sono distinti nel proprio operato a favore della comunità sono stati insigniti del tradizionale premio «Torre di San Lorenzo». Istituito dalla Pro Loco col patrocinio del Comune nel 2002 il premio viene consegnato dopo una grande cena nel centro storico del paese, organizzata da Pro Loco in collaborazione con Ges, Comune e Comitato Anziani.

Quest'anno hanno partecipato all'evento circa 300 persone che si sono poi riversate in piazza Gramsci per assistere al concerto di musica anni '60 del gruppo beat «I Nuovi Pupi» e per tributare gli onori ai concittadini benemeriti.

Sono da poco passate le 22.30 quando il presidente della Pro Loco Aldo Stocchi e il sindaco Aldo Spina salgono sul palco per svelare il mistero della Torre di San Lorenzo 2016: a ricevere le targhe d’argento con l’incisione delle Torri di San Lorenzo e la pergamena con le motivazioni sono Giuseppe Battilocchi detto Pinetto e Corrado Cavalli per il loro impegno nel volontariato e Maria Zuelli, conosciuta da tutti come Lina, per la sua attività di tanti anni a favore dell’istruzione e dell’integrazione, che commossa ha dichiarato: «Grazie, il mio lavoro era ed è per aiutare tutti i bambini di Sala, perché abbiano la possibilità di studiare e perché possano essere bravi cittadini e poi aiutare il loro paese». Come ha spiegato il presidente della Pro Loco Aldo Stocchi, i destinatari dei premi sono decisi da una commissione composta dal sindaco, dal presidente e dai membri della Pro Loco e della Consulta del Volontariato. Il sindaco Aldo Spina ha affermato: «Questa è una bellissima serata in cui la comunità si stringe, si riconosce e guarda ad alcune persone che lavorano per il benessere della comunità, che si spendono per l’interesse collettivo senza aspettarsi ritorni».

La serata è proseguita con un «fuoriprogramma» che ha riguardato la consegna di un attestato di riconoscenza a Thomas Corradi, trentenne salese che nell’agosto 2015 praticò manovre di soccorso a un giovane colpito da un infarto. «Questa vicenda è da esempio sotto diversi punti di vista - ha spiegato il sindaco Spina - Thomas ha deciso di frequentare i corsi di primo soccorso, cioè ha speso tempo per imparare cose che possono essere messe a disposizione di tutta la comunità. Sono corsi che grazie all’assistenza volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino tutti i cittadini possono frequentare. Di fronte a una situazione difficile non ha avuto paura e ha messo in pratica ciò che aveva imparato, velocemente, salvando una vita. Inoltre non si è saputo nulla per molto tempo perché per Thomas non era un gesto straordinario, gli è sembrato naturale, il modo giusto di stare nella comunità. Questo è un modo esemplare di essere cittadino».

La serata è proseguita fino a tardi con la musica dei Nuovi Pupi che hanno dedicato il loro spettacolo alla memoria di Mariuccia Colla.