Archivio

ROMA

Libia: Sirte è quasi libera, Isis perde radio e tv

Città ormai fantasma, milizie filo-Sarraj sminano le strade

13 agosto 2016, 22:20

(ANSA) - ROMA, 13 AGO - Le milizie libiche Al-Binyan Al-Marsous, che conducono l'offensiva di terra per conto del governo di unità nazionale guidato dal premier Fayez al Sarraj, sostenute dai raid americani, hanno reso noto di aver strappato all'Isis l'edificio che ospita la televisione e la radio locale Libya Mcmds, nel centro di Sirte. Combattimenti sono in corso intorno al perimetro di Radio Sirte, uno dei maggiori centri di propaganda dello Stato islamico, da cui vengono diffusi i messaggi del 'Califfo' Abu Bakr al Baghdadi e del suo portavoce Abu Muhammad al Adnani. L'edificio si trova poco distante dal complesso Ouagadougou, il quartier generale dell'Isis che proprio nei giorni scorsi è stato riconquistato dalle milizie. Anche la sede dell'Ente di controllo amministrativo della città è tornato sotto controllo, hanno assicurato i miliziani, che avanzano tra le macerie eliminando dalle strade le bombe trappola piazzate dai jihadisti in fuga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA