Archivio

mostra

Elisa Brindani e le sue donne del mondo

15 agosto 2016, 20:15

Elisa Brindani e le sue donne del mondo

«Donne nel mondo»: già il titolo della mostra, aperta fino al 25 agosto al Museo Uomo Ambiente di Bazzano, è allusivo di immagini e pensieri al femminile. E’ donna l’artista, Elisa Brindani, sono donne quelle che prendono vita nei dipinti d’impronta pienamente figurativa; sono donne che racchiudono in sè un mix di realtà ed immaginario che caratterizza la produzione dell’artista parmigiana. Ecco allora «sfilare» in questo percorso tematico figure dove i volti, gli sguardi, i gesti, gli abiti, gli raccontano di terre diverse, vicine e lontane, ma tutte forti di culture e tradizioni. Ci sono donne occidentali dove il volto diventa elemento di riconoscibilità ed espressività di un pensiero, anche se un dipinto come la ballerina di flamenco raccoglie in sè una precisa indicazione geografica nella scelta gestuale e di costume. Ci sono geishe che rimandano ad un mondo asiatico interpretato, quasi fantastico, fatto di memorie e di sogno. Ci sono donne di colore con turbanti e accessori che richiamano l’Africa; paesi forse immaginari ma «pieni» di luce. C’è una donna fasciata in un sari indiano ed una donna che vive della propria gestualità fra le dune di un deserto che pare più memoria di un sogno che di un mondo reale. Sono dipinti di grandi dimensioni realizzati a spatola con colori ad olio, «per creare un contrasto tra i soggetti raffinati che scelgo di realizzare ed una resa più ruvida dell’immagine complessiva» dice l’autrice. Il colore dato in abbondanza in modo veloce, immediato, e l’uso stesso della spatola servono a creare un contrasto aperto all’interno della composizione così da rendere ancora più evidenti gli effetti di una realtà che va al di là della pura rappresentazione. La scelta del tema “internazionale”, le tele di grandi dimensioni si pongono in aperto contrasto con gli ambienti intimi e raccolti degli spazi museali creando un forte impatto visivo. Elisa Brindani torna ad esporre sul territorio dopo una serie di partecipazioni all’estero: nel 2012 alla mostra collettiva presso Arte- Gallery di Mullem-Oudenaarde in Belgio, nel 2013 alla Pro -Art Gallery di Dubai e nel maggio del 2014 presso Index, Dubai. Sono quindi seguite due personali a Desenzano del Garda ed altre collettive. Nei suoi quadri ha sempre desiderato sottolineare l’eleganza e la grazia della figura femminile, alla ricerca di una tecnica raffinata e vivace. s. pr.