Archivio

Olimpiadi

Bolt facile nei 200, Galvan in semifinale

16 agosto 2016, 20:21

Bolt facile nei 200, Galvan in semifinale

L’aria frizzante del mattino carioca stimola Usain Bolt che pennella la batteria dei 200 in un tranquillo 20"28. Il campione giamaicano ha stampato un crono solo discreto, ma tanto è bastato per proseguire l'avventura. D’altronde Bolt non si è impegnato più di tanto. A fine curva era già avanti, di lì in poi ha corso in scioltezza controllando gli avversari. Il rivale diretto Justin Gatlin si è espresso in 20"42, portandosi dietro l’azzurro Matteo Galvan, già in gara nei 400 sulla pista blu dell’Engenhao, che correndo in 20"58 ha strappato il pass per la semifinale di domani grazie al secondo posto. Eliminati invece gli altri due italiani. Davide Manenti, sesto agli Europei di Amsterdam, si è difeso in 20"51, ma non è bastato per essere tra i migliori due della sua batteria. Il campione tricolore Eseosa Desalu ha corso in 20"65. Il miglior tempo è stato realizzato dal canadese Andrè De Grasse, bronzo sui 100, con 20"09, davanti allo spagnolo campione d’Europa Bruno Hortelano (20"12) e ai giamaicani Blake (20"13) e Ashmeade (20"15). Bene anche Lashawn Merritt con 20"15. Lo statunitense Christian Taylor ha conservato il titolo del triplo. Al ventiseienne dai genitori di Barbados è bastato planare al primo salto a 17.86 per mettere in saccoccia la medaglia d’oro. Come a Londra l’argento è finito a collo dell’altro yankee Will Claye, che in apertura ha stampato il personale a 17.76. Sul terzo gradino del podio è salito il campione del mondo indoor, il cinese Bin Dong, atterrato a 17.58. Per vincere l’oro del disco la croata Perkovic ha azzeccato solo due lanci: il terzo della qualificazione e il terzo della finale. Sembrava spacciata in entrambi i casi, eppure la ventiseienne, membro del Parlamento di Spalato, con una bordata a 69.21 ha ammazzato la gara. Argento alla francese Melina Robert-Michon, col record nazionale a 66.73, bronzo all’iridata cubana Denia Caballero (65.34). Nelle batterie dei 5000 femminili altra dimostrazione di superiorità dell’etiope Almaz Ayana, miglior tempo in 15'04"36. Infine, la ventunenne azzurra Sonia Malavisi è stata eliminata in qualificazione nell’asta con 4.45 alla terza prova.