Archivio

dramma

Palinuro, uno dei sub dispersi è di Parma

19 agosto 2016, 20:46

Palinuro, uno dei sub dispersi è di Parma

Tragedia al largo di Palinuro. Tre sub esperti, a detta di chi li conosceva, si erano immersi stamattina alle ore 10 e non sono più riemersi. Erano in tutto otto i componenti del gruppo di sub che stamani si è immerso nelle acque di Palinuro: tre sono ancora dispersi.   Uno di loro, Silvio Anzola, è  di Parma. 

I tre sub  erano partiti  da Palinuro con una barca del Centro diving Mauro Sub  a bordo della quale c'erano 12 persone.
Una volta arrivati alla grotta, ha raccontato uno dei partecipanti, i 12 sub si sono divisi in sottogruppi: solo Mauro Cammardella, Mauro Tancredi e Silvio Anzola sono andati in quello che è considerato il punto più pericoloso e profondo. Cammardella e Tancredi erano due sub molto esperti: il primo oltre ad essere titolare del centro diving è  istruttore, Tancredi è  assistente istruttore.  «Non ci siamo accorti nulla perché abbiamo seguito un percorso diverso - ha raccontato uno dei 12 sub - solo quando siamo tutti risaliti e ci siamo resi conto della loro assenza è stato lanciato l’allarme dalla barca».

Una dei dispersi  è   nato a Parma
E' nato a Parma ma risiedeva da diversi anni a Milano Silvio Anzola, uno dei tre sub dispersi a Palinuro. Nato nella città emiliana il 22 marzo del 1958, Anzola si era laureato al Politecnico di Milano in ingegneria aeronautica e la sua carriera professionale è  rimasta legata al capoluogo lombardo dove si era stabilito con la famiglia.
In provincia di Parma però possiede  ancora una casa a Corniglio,  e molto spesso ritornava in Emilia a trovare i parenti ed i molti amici con cui era rimasto in contatto, soprattutto gli ex colleghi della scuola superiore, il liceo Romagnosi.
Era appassionato di immersioni e in questi giorni a Palinuro era in compagnia della figlia diciottenne.