Archivio

Basket

Il Barcellona prende Dieng, azzurrini troppo tesi

La Spagna vince il 3° titolo in 10 anni, gli azzurri finiscono nell'Europeo U16 in Polonia al 7° posto 3 vittorie e 4 sconfitte mancando la qualificazione per il mondiale U17.

21 agosto 2016, 21:00

Il Barcellona prende Dieng, azzurrini troppo tesi
La Spagna ha vinto imbattuta l'Europeo U16 battendo la Lituania in un rocambolesco finale al termine di una gara equilibrata. La Lituania ha coronato un caparbio inseguimento e si è portata al comando quando mancavano 13" dalla fine, ma l'irriducibile Spagna ha trovato la tripla della vittoria con Carlos Unanue, un giocatore della panchina e molto importate è stata anche una palla recuperata di Usman Garuba il fenomenale 14enne  delle giovanili del Real Madrid proclamato MVP dell'Europeo  grazie a una sensazionale "tripla doppia"  nella partita per l'oro, con 15 punti, 11 rimbalzi e 10 stoppate. Ancora un argento, come l'anno scorso, per la Lituania.  Per il bronzo la caparbia Turchia ha battuto la Croazia.

Per la Spagna è il terzo titolo nel decennio e dal primo oro del 2006  in casa sua. Il secondo l'ha vinto a Kiev nel 2013 e l'ultima medaglia era stato il bronzo del 2014 a Riga. Si quaificano per il mondiale 2017 in rappresentanza dell'Europa Spagna, Lituania, Turchia, Croazia e Finlandia. La Croazia è stata la migliore delle slave, la Serbia ha concuso un'annata difficile sfiorando la rrocessione nella U20 e perdendo al finale pe il 9°-10° posto con la Germania. Retrocedono in seconda divisione tre paesi importanti, la Bosnia Erzegovina campione uscente, Grecia e Polonia che ha ospitato il mini-europeo a Random.

Gli allenatori hanno votato per il Quintetto All Star oltre a Garuba (16,3 punti, 12,4 rimbalzi, 2,9 stoppate) Marco Pecarski (Serbia) nato a Cantù quando il padre giocava nel campionato italiano, top scorer della manifestazione e miglior rimbalzista (26,6 punti, 15,4 rimbalzi, record di 45 punti  in una gara) e visto l'anno scorso nell'U16 quando fu l'artefice della vittoria contro l'Italia. Nel quintetto ideale anche Dovydas Gieraitis (Lituania), Eray Akuyz (Turchia, 20,3 punti) e Luka Samanis (Croazia, 17,7 punti, 104 rimbalzi, 2,9 assist).

La principale sorpresa è la Finlandia, certamente la squadra meno fortunata avendo perso una sola gara di due punti nel supplementare contro la Turchia nei quarti di finale, risultato che comunque che vlae la qualificazione per il prossimo mondiale, dove mancherà l'Italia, in virtù del successo contro la quotata Francia nella finale per il 5°-6 posto.

L'Italia finisce al 7° posto battendo il Montenegro, la solita fiammata finale platonica che non lenisce l'ennesima delusione perchè è dall'oro del  '91 in Grecia che la squadra non sale più sul podio, un quarto di secolo che dovrebbe smuovere l'inerzia della Federbasket nel rivoluzionare  la struttura  del settore squadre nazionali maschili attualmente senza una guida autorevole, con due allenatori che in questo ciclo non hanno portato la medaglia nella U18 e 16 mentre affidata a Sacripanti (Avellino) la U20 ha vinto 3 anni fa l'oro  divenendo la formazione-guida nonostante le delusioni delle ultime due stagioni e che col ritorno di Mussini dagli Stati Uniti  non è riuscita in Finlandia questa estate a tornare fra le prime.

Nelle statistiche al top la Spagna per la precisione nel tiro totale (42,2), da 2 punti (53,8), assist (21,4) e recuperi (13,1) e valutazione (93,6) , al 2° posto nei punti (80,1). E' stata inoltre 4a nei rimbalzi (47,6) e 5a per le minori palle perse.  Ma anche un dato negativo, l'ultimo posto nei tiri liberi dove non è arivata al 50,0 e imprecisione nel tiro da 3(9° posto26,2) . Per quanto l'Italia, 3 vittorie con Svezia (classificazione), Germania (ottavi) e  Montenegro (finale 7° posto) e 4 sconfitte con Lettonia e Spagna (classificazione), Lituania (ottavi) e Francia (sf 5-8° posto).   Vivace l'attacco (3° posto, 75 punti di media), buonissime percentuali di tiro da 2 punti (2° posto 52,0), totale (3° posto, 41,4) e  in lunetta (2°, 71,1) ma meno brillante nel tiro da 3 punti (8°, 26,3).Gli azzurrini sono stati i primi per le minori palle perse (13,9) ma gli ultimi fra e 16 nei rimbalzi (36,7) mancando di un centro. Ha cercato di riediare a questa lacuna con Omar Dieng frastornato per la notizia del suo trasferimento a Barcellona  che con un blitz a Brugherio si è assicurato il promettente giocatore di Ponte San Pietro, bravi davvero i club italiani a farselo scappare, a cominciare dall'Armani.

Nella squadra italiana un quintetto eccellente  (18 punti il ligure Miaschi, 15,8 il romano Palumbo, 7,7 Dieng, 8,6 Conti, 6 il reggino Laganà) con un totale di 67,2 punti sui 75 totali. MVP con 19, Maschi, miglior rimbalzista Palumbo (4,5) che non ha giocato contro il Montenegro con la piacevole sorpresa dei 25 punti del suo sosituto, il veneziano Alvise Sarto (8/7, 3/8 da 3 5 rimbalzi, 3 assist).

 

Oltre alle prime quattro (Spagna, Lituania, Turchia e Coazia) si qualifica per il mondiale U17 del prossino anno  la Finlandia, una delle maggiori sorprese di questa edizione  he ha perso soltanto una partita di 2 punti dpo i temoi supplementari nei quarti di finale. Nessun italiano anche quest'anno nel quintetto ideale votato fra gli allenatori, MVP il fenomenale 14

EUROPEI U16 maschili 12-20 agosto RADOM (Polonia). Podio 2015: Bosnia Erzegovina- Lituania - Turchia. Qualificazioni: 12,13 15 agosto. Ottavi 16 agosto. Quarti: 18 agosto. Semifinali e Finali 19-20 agosto.

GIRONE A: 1ag: LTV-Ita 79-71; SPA-Sve 80-50; 2ag: ITA-Sve 89-50, SPA-Ltv 91-71; 3a g: SPA-Ita 70-63, SVE-Ltv 68-66. Class fin: 3/0 Spa, 1/2 ITA, Ltv, Sve. Svezia.GIRONE B: 1a g: TUR-Pol 73-49; CRO-Ger 54-41; 2a g: TUR-Cro 59-53, GER-Pol 75-68; 3.a g: GER-Tur 71-65, CRO-Pol 67-48. Class. fin: 2/1 Cro, Tur, Germ, 0/3 Pol. GIRONE C: 1a g: LTU-Bih 96-46, MNE-Fra 59-56; 2a g:  FRA-Bih 55-46, LTU-Mtn 96-72;3a g:  MTN-Bih 64-58, LTU-Fra 75-64. Class.fin: 3/0 Lit, 2/1 Mtn, 1/2 Fra, 0/3 Bih. GIRONE D: 1a g FIN-Gre 74-67, SRB-Est 77-62; 2a g: GRE-Est 60-53; FIN-Srb 70-61; 3a g: GRE-Srb 59-55, FIN-Est 79-61. Class. fin: 3/0 Fin, 2/1 Gre, 1/2 Srb, 0/3 Est. OTTAVI 16 ago: SPA-Pol 96-67, LTU-Est 94-74, ITA-Ger 86-57, MTN-Srb 75-60, TUR-Ltv 74-66, FRA-Gre 59-43; CRO-Sve 74-62, FIN-Bih 55-38.  QUARTI (18 ago): CRO-Fra 69-52 (18 Samanic; 14 Maledon), LTU-Ita 84-67; TUR-Fin 80-78 dts (25 E.Akyuz 7r; 16 Philajamaki 6r 5a, r 46-50), SPA-Mtn  75-55(15 Parra 7r, 10 Garuba 15r; 14 N.Zizic, r 49-35). Semifinali: LTU-Cro 67-59 (13 Vaistras 7r; 20 Samanic); SPA-Tur  75-70 (20 Parra 6r, 16 Garuba 13r 4a; 18 Akyuz 8r 5a; r 39-52).Classificazione 5°-8° posto: FRA-Italia 77-68 (17-12, 24-14; 11-20, 25-22; 19 Ayayi 7r4a, 17 Randriamanadjaria 11r; 24 Palumbo 7/11 1/4 da3 tl7/8 8r 6pe; 15 Maschi 4/6 1/4 da3 tl4/5); r 35/22, Tiro 3 p: 4/25 16,1); FIN-Mtn 85-75. Finali: 1°-2° SPAGNA-Lituania 74-72 (21-19, 12-14; 23-19, 15-19; 19 Parra 8r 6a, 15 Garuba 11r 10st; 18 Gedraitis ; R 42-54, as 18-6, pe 13/19. Finale 3°4: TUR-Cro 77-70; 5°-6° FIN-Fra 79-71; 7°-8° 81-75; 9°10° GER-Srb 65-62; 11°12° LTV-Sve 65-51; 13°14° Est-Bih 85-59; 15°16° POL-Gre 85-74.

GLI AZZURRI : 8 Alvise SARTO (pg, 1,96, Venezia), 9 Matteo LAGANA' (pg, 1,92, Melito di Ponte Salvo/RC), 10 Alessandro CIPOLLA (pg, 1,95, Sesto S.Giovanni/MI), 11 Federico MASCHI (sg, 1,95, Genova), 12 Mattia PALUMBO (pg, 1,94, Roma),  13 Matteo GRAZIANI (sg, 1,91, Livorno), 14 Luca CONTI (sg, 1,95, Trento), 15 Leonardo BATTISTUZZI (pf, 1,94, 15 anni, Treviso), Matteo CAVALLO (pg, 1,92 Roma), 18 Niccolò Dellosto (c, 2,02,Trieste), 19 Omar DIENG (p.f, 1,98, Porte San Pietro/BG), 20 Gabriele BERRA (sg, 1,95, Rho/MI). All: A.Bocchino (Benevento)

A cura di ENRICO CAMPANA

Il Barcellona prende Dieng, azzurrini troppo tesi