Archivio

Domani si riprende

Palinuro: ricerche sospese, non recuperato il corpo di Anzola

Recuperati i corpi degli altri due sub. Fondale a 50 metri limaccioso: visibilità pari a zero

21 agosto 2016, 11:51

Le operazioni per portare in superficie il terzo sub morto nelle acque di Palinuro, frazione di Centola (Salerno), Sergio Anzola, riprenderanno domani mattina. A confermarlo Giovanni Nanni, direttore regionale dei Vigili del Fuoco, che aggiunge: «La visibilità è ridotta a causa del fondale limaccioso. Contiamo di riprendere le attività domani mattina molto presto. Abbiamo già una idea di dove si possa trovare il corpo del sub, ispezioneremo proprio quella parte di grotta dove crediamo possa essere».

Recuperati due corpi

Recuperati i corpi di due dei tre  sub dispersi nel mare di Palinuro. Sono stati portati in superficie Mauro Cammardella e Mauro Tancredi, resta da  recuperare il parmigiano Silvio Anzola.  Anzola si era immerso insieme con Cammardella e Tancredi; a quanto pare i due sono stati trovati a pochi metri l'uno dall'altro.

«Stiamo valutando - spiega Giovanni Nanni, direttore regionale dei Vigili del Fuoco - dove possa trovarsi Anzola, ma abbiamo già alcune ipotesi concrete. Ora che un ingresso del cunicolo è stato liberato, avendo estratto i corpi degli altri due sub, sarà più facile procedere. I nostri uomini stanno svolgendo un lavoro eccezionale, senza sosta ma sempre valutando i rischi e senza mai sottovalutare le procedure di sicurezza». Le squadre operative sul posto di speleosub provengono da Roma, Vicenza, Brindisi, Bari.  Per le operazioni di recupero, il problema più serio della Grotta era quello della presenza di limo che generava sospensione e che rendeva la visibilità pari a zero. Per questo, dopo ogni operazione di recupero era necessario attendere per procedere alla successiva.

Recuperato il primo sub

Il corpo del primo sub è stato portato in superficie. Nel frattempo giunto nel porto il sostituto procuratore Vincenzo Palumbo ed è sul posto anche il medico legale Adamo Maiese il quale effettuerà un primo esame esterno dei cadaveri di Mauro Cammardella, Mauro Tancredi e Silvio Anzola.

Iniziate le operazioni di recupero dei corpi

Sono cominciate stamane le operazioni che mirano al recupero dei corpi dei tre sub rimasti intrappolati la mattina di venerdì scorso in un cunicolo delle Grotte di Punta Iacco a Palinuro, frazione di Centola (Salerno). Dopo l’individuazione ieri di due dei tre corpi - quelli di Mauro Tancredi e il parmigiano Silvio Anzola - avvenuta a circa 50 metri di profondità, gli speleosub (13) dei Vigili del Fuoco effettueranno stamane un nuovo sopralluogo per individuare il corpo del terzo sub, Mauro Cammardella, prima di tentare l'avvio del recupero che è particolarmente difficile. Dalle ultime ispezioni è emerso che a causa del fondale limaccioso la visibilità è pari quasi a zero.
Si prospetta, quindi, una nuova giornata di attesa per i familiari delle vittime e per i loro amici mentre si susseguono riunioni operative dei soccorritori. L’attività è coordinata dalla Capitaneria di Porto diretta dal tenente di vascello, Andrea Palma. Sul posto anche il comandante provinciale dei Vigili del fuoco, Emanuele Franculli.