Archivio

Scomparso

Buzzetti, il paladino degli agricoltori

23 agosto 2016, 10:17

Buzzetti, il paladino degli agricoltori

Paolo Panni

La Bassa Ovest ha perso un prezioso punto di riferimento per il mondo dell'agricoltura. Si è infatti spento, all'età di 57 anni, Gianluigi Buzzetti, per oltre tre decenni segretario di zona di Confagricoltura. Molto conosciuto e stimato in tutta la Bassa, e non solo, è sempre stato vicino e attento alle esigenze degli agricoltori, così come degli amici, dimostrando in ogni circostanza disponibilità e grande competenza.

Nato a Sant'Andrea di Busseto il 20 aprile 1959 non ha mail lasciato la terra di Verdi e, in qualità appunto di segretario di zona di Confagricoltura, si è sempre speso per le problematiche e le necessità di chi gli chiedeva un aiuto, cercando sempre la soluzione migliore per tutti, prodigandosi spesso anche per sistemare controversie o questioni economiche. Uomo particolarmente attivo anche nel mondo dell'associazionismo, Buzzetti è stato donatore Avis meritandosi il distintivo d'oro (per aver raggiunto più di 50 donazioni). Nel piangerlo la sezione Avis «Valentino Foà» ha tenuto a ricordarne «l'impegno di donatore generoso e disponibile nell'aiuto degli altri».

E' stato inoltre socio e segretario del circolo di Sant'Andrea e membro del gruppo Alpini «Terre del Po» di Busseto, Polesine e Zibello (partecipava assiduamente alle attività del gruppo). In passato è stato anche assessore comunale (all'epoca del sindaco Carduccio Pedretti). Appassionato di sport e, in particolare di ciclismo, è stato cicloamatore per molti anni, meritandosi anche trofei. Senza dimenticare la passione per la pesca e per il calcio (era tifoso interista).

Famiglia, lavoro, agricoltura e associazionismo sono stati al centro della sua esistenza, totalmente passata nella terra natale: quella terra che ha sempre, profondamente amato. Il sindaco Giancarlo Contini, nell'esprimere il cordoglio suo personale e dell'amministrazione comunale ha definito Gianluigi Buzzetti «un validissimo collaboratore e un importante punto di riferimento per tutti gli agricoltori e gli allevatori della zona.

Nel suo lavoro si è sempre dimostrato estremamente competente e affidabile; io stesso, come agricoltore, ho avuto bisogno di lui trovandovi sempre competenza e disponibilità».

Lo ha ricordato con stima e affetto anche il direttore di Confagricoltura Parma, Eugenio Zedda, interpretando il sentimento di tutta l'Organizzazione. «Assunto giovanissimo (24 anni), negli oltre 30 anni di onorato servizio (33 per l'esattezza), come segretario di zona – ha detto Zedda - si è sempre distinto per la sua grande disponibilità, professionalità e concretezza. Appassionato del suo lavoro, è sempre stato un riferimento per tutti i soci della zona e per tutti i colleghi. Lascerà per noi un grande vuoto».

Da un paio d'anni Buzzetti era affetto da una grave malattia, di cui è sempre stato consapevole, affrontandola con grande determinazione, forza d'animo e coraggio, attivo fino all'ultimo (appena due mesi fa aveva partecipato al matrimonio del figlio Matteo), senza mai perdere quella particolare bontà che lo ha contraddistinto per tutta la vita. Bontà che si concretizza ora anche nel momento della morte visto che eventuali offerte in sua memoria saranno destinate alla Pubblica Assistenza e alla Caritas.

Gianluigi Buzzetti ha lasciato la moglie Fatima, i figli Elia e Matteo con Silvia, la mamma Franca, il fratello Attilio con Sonia, Luca ed Alex, il cognato Corinno, gli zii e i cugini. Oggi pomeriggio alle 16 si terranno i funerali nella collegiata di Busseto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA