Archivio

mercoledì 24 agosto

Il terremoto devasta il centro Italia: 73 morti accertati

Renzi nelle zone del sisma. I soccorritori: "E' peggio dell'Aquila"

24 agosto 2016, 21:12

Il terremoto devasta il centro Italia: 73 morti accertati

E' di 73 morti l’ultimo bilancio, ancora provvisorio, del sisma di magnitudo 6.0 che la scorsa notte alle 3.36 ha colpito il Centro Italia fra Lazio, Umbria e Marche, seguito da una seconda scossa di 5.4 dopo meno di un’ora. Di questi, 53 sono relativi alla zona di Amatrice ed Accumoli nel reatino e 20 al territorio di Arquata nelle Marche. Fra i paesi più colpiti c'è Pescara del Tronto (Ascoli Piceno). "Qualche centinaio" i feriti e un numero imprecisato di dispersi, mentre proseguono le scosse di assestamento, <circa 200", la più forte delle quali, di 4.9, nel primo pomeriggio. Il premier Renzi ha raggiunto Amatrice dove ha incontrato il capo della Protezione civile Curcio e il ministro Delrio. Scene apocalittiche dai paesi distrutti, i soccorritori a Pescara del Tronto descrivono una situazione "peggiore che all’Aquila". Obama telefona a Mattarella, "pronti ad aiuti".

SI SCAVA SENZA SOSTA FRA LE MACERIE, IL "GRAZIE" DI RENZI

Prosegue senza sosta da questa mattina il lavoro dei soccorritori che scavano, a volte anche solo con le mani, per cercare di salvare il numero maggiore di persone alle macerie degli edifici distrutti dal sisma. A loro ha inviato il suo "grazie" il premier Renzi questa mattina. Ad Amatrice si cerca di raggiungere un bimbo di 11 anni che ha chiamato aiuto dalle rovine della sua casa. Salvo dopo alcune ore ad Accumuli, fra gli applausi, un 43enne romano rimasto per molte ore incastrato con le gambe e parte del corpo tra le macerie. E a Pescara del Tronto si sono salvati due fratellini di 4 e 7 anni, grazie alla nonna che li ha infilati insieme a lei sotto a un letto.

IL DRAMMA DI MARISOL, LA MAMMA ERA FUGGITA DALL’AQUILA

Tante le tragedie provocate dal sisma della scorsa notte. Fra le altre c'è quella di Marisol, di 18 mesi, travolta mentre dormiva dal crollo della casa di Arquata del Tronto insieme al papà Massimiliano e alla mamma Martina Turco, scampata al terremoto dell’Aquila, la sua città, nel 2009. Ad Amatrice invece si soffre per la tragedia di due gemelli di 7 anni, Simone e Andrea Serafini. Il primo è stato trasportato in fin di vita d’urgenza a Roma in elicottero; il secondo è morto.

CROLLATO L’HOTEL ROMA DI AMATRICE, DIVERSE PERSONE SEPOLTE

Devastazione e distruzione nei paesi colpiti dal sisma, crollati anche alcuni dei simboli della zona, famosa per il territorio ma pure per le tradizioni enogastronomiche. Ad Amatrice, simbolo della violenza del terremoto è il crollo dello storico Hotel Roma, nel centro storico, all’interno del quale sarebbero rimaste sepolte numerose persone, Almeno due i morti accertati. Il Roma è un luogo celebre anche come ristorante per la amatriciana, il piatto che prende il nome dalla città.

TIMORE PER I BENI CULTURALI, CREPE NEL DUOMO DI URBINO

Sono forti i timori per il patrimonio culturale delle zone colpite dal terremoto. Piccole crepe si sono aperte nella struttura esterna di mattoncini del Duomo di Urbino, che è stato completamente transennato. Non si segnalano invece danni al Palazzo Ducale. Crolli nel monastero di S.Chiara a Camerino e, ad Amatrice, nella basilica di San Francesco e la chiesa di Sant'Agostino. Danneggiati a Norcia la Basilica di S. benedetto e le mura. Il ministero dei beni culturali ha allertato le sue unità di crisi, in azione la task force italiana dei Caschi Blu della Cultura. A Roma verifiche al Colosseo, ma nessun danno.

I GEOLOGI, SCOSSE DI FORTE MAGNITUDO OGNI 15 ANNI IN ITALIA

"Sul nostro Pianeta, si verificano, in media, ogni anno, almeno un paio di terremoti distruttivi ed in Italia un sisma di magnitudo superiore a 6.3 ogni 15 anni in media. Ciò dovrebbe spingere a una maggiore cultura della prevenzione sismica e della protezione civile". Lo dice Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi evidenziando che "i fabbricati realizzati dopo l’entrata in vigore delle nuove Norme Tecniche sulle Costruzioni (NTC) del 2008, hanno meglio resistito alla scossa di questa notte".

 GARA DI SOLIDARIETA' AI TERREMOTATI, STOP AI MUTUI

E' gara di solidarietà da tutti i settori della società civile verso le vittime del sisma in Centro Italia. Dal mondo dell’economia, L’Abi invita le banche a sospendere il pagamento delle rete dei mutui per gli immobili danneggiati. Confindustria si dice "pronta a garantire supporto per affrontare l’emergenza e la ripresa". Attivo il numero telefonico 45500 per donare due euro - via sms o chiamata da rete fissa - a sostegno delle popolazioni colpite. Lutto per lo sport, Malagò (Coni) annuncia "un minuto di silenzio in tutte le manifestazioni sportive".

BLITZ TURCO IN SIRIA, TANK E SOLDATI CONTRO ISIS E CURDI

Offensiva contro la cittadina al confine siriano per strapparla all’Isis, in azione carri armati e forze speciali di terra turche. Nel Paese anche miliziani ribelli dell’Esl, che annunciano: "Jarablus liberata". Erdogan parla di un’azione di "autodifesa" per "spazzare via l’Isis dal confine". I curdi del Pyd commentano, "Ankara sarà sconfitta come l’Isis", Damasco protesta, Mosca "preoccupata".