Archivio

rimini

Furto in spiaggia tra i bagnanti: in manette parmigiana di 37 anni

28 agosto 2016, 17:58

Furto in spiaggia tra i bagnanti: in manette parmigiana di 37 anni

Quattro persone arrestate, sette denunciate e 212 identificate. E’ questo il bilancio dei controlli condotti dalla Polizia di Stato, lo scorsa notte, lungo le spiagge e il lungomare di Rimini.  In manette una coppia di ragazzi - 32 anni lui, nato a Palermo e 37 anni lei nata a Parma - per furto aggravato in concorso. Sotto gli occhi di diversi bagnanti mentre l’uomo era intento a spingere il passeggino con all’interno il loro bambino, la donna si è appropriata di un borsello lasciato incustodito sotto un asciugamano da mare su un lettino e lo ha occultato nella propria borsa. I poliziotti, acquisite le dichiarazioni dei presenti e ricostruita la dinamica dei fatti, hanno arrestato i due giovani, entrambi già conosciuti alle forze di Polizia per pregiudizi specifici.
Tra gli stabilimenti balneari 105 e 107, gli uomini delle Volanti hanno arrestato un cittadino senegalese poco più che ventenne per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. L’uomo, prima di essere bloccato, ha tentato di disfarsi della droga gettando a terra le dosi: il gesto non è sfuggito allo sguardo dei poliziotti e dei cani antidroga.
All’alba di oggi, poi, i poliziotti hanno arrestato un cittadino di origine nord africana, per resistenza a pubblico ufficiale: alla vista degli agenti l’uomo ha gettato in terra un oggetto e, in auto, ha cercato di eludere il controllo degli operatori. L’oggetto gettato a terra si è rivelato essere un coltello a farfalla, sul quale sono in corso accertamenti da parte del Gabinetto di Polizia Scientifica per verificare un suo eventuale recente utilizzo.
L’uomo, irregolare sul territorio nazionale, però, ha iniziato a opporre resistenza all’arresto, motivo per il quale è stato condotto presso gli uffici di polizia dove è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.