Archivio

BOLOGNA

Ordigno bellico scoppia in garage , due morti

28 agosto 2016, 21:40

Ordigno bellico scoppia in garage , due morti

Esplosione mortale nel pomeriggio a Monterenzio, cittadina del Bolognese, uno dei quattro comuni che compongono l’Unione Montana delle Valli Savena-Idice. Un ordigno bellico è deflagrato nel garage di una casa di campagna di via Panoramica. Nello scoppio hanno perso la vita due persone: un 55enne italiano, proprietario dell’abitazione e una donna straniera, che deve essere ancora identificata, presumibilmente la compagna dell’uomo.
Lo scoppio è avvenuto nel pomeriggio, intorno alle 15.40. A esplodere, causando la morte dei due è stato un proiettile, residuato bellico, da 30 millimetri. Nonostante la forte deflagrazione non sono stati registrati danni alla struttura della casa e alle abitazioni vicine. Sono intervenuti i Vigili del Fuoco e i Carabinieri, oltre agli artificieri e ai medici del 118.
L’ordigno esploso è un residuato bellico, probabilmente risalente alla Seconda Guerra Mondiale uno di quelli che in queste zone del Bolognese, attraversate dalla Linea Gotica, non sono infrequenti da trovare e spesso vengono collezionati dagli appassionati del genere. Come doveva essere il 55enne originario di Bologna.
La struttura, nel cui garage è avvenuto lo scoppio, è la casa di campagna dell’uomo. Una seconda casa, a quanto appreso. La residenza usata durante i mesi estivi, di cui era titolare insieme alla famiglia.
All’interno della rimessa sono stati ritrovati altri due ordigni bellici a testimonianza dell’interesse della vittima per questo tipo di 'repertì.
L’esplosione che ha causato la morte dell’uomo e della donna non ha provocato danni all’abitazione: l’immobile, agibile, e l'intera area sono stati comunque oggetto di bonifica, al fine di evitare ogni eventuale rischio.