Archivio

Anteprima

Kodiaq, il primo vero Suv di Skoda

Bagagliaio record, fine a 7 posti. Arriverà all'inizio del 2017

01 settembre 2016, 23:24

Kodiaq, il primo vero Suv di Skoda

Skoda ha svelato oggi in anteprima il suo primo vero grande Suv: Kodiaq. Con 4,70 m di lunghezza, fino a 7 sedili e il bagagliaio più grande del segmento, l’ultimo nato in Casa Skoda verrà presentato sul mercato nei primi mesi del 2017, forte dei tradizionali valori del Marchio: spazio, soluzioni pratiche e intelligenti, tecnologie innovative, tradizionalmente riservate ai veicoli dei segmenti superiori. Skoda Kodiaq segna l’inizio della vasta offensiva Suv di Skoda. "Con Skoda Kodiaq esploriamo nuove vie e ci apriamo a nuovi mercati - spiega Bernhard Maier, Ceo di Skoda -. Con il nostro primo grande Suv conquistiamo un nuovo segmento per noi". Per Christian Strube, responsabile per lo Sviluppo Tecnico della Skoda, "Kodiaq vanta tutti i punti di forza tipici del nostro Marchio oltre a un ottimo rapporto qualità/prezzo. Già la sola terza fila di sedili disponibile a richiesta e il bagagliaio più grande della categoria rendono il nostro nuovo Suv appetibile. Sono invece i sistemi di assistenza alla guida, di infotainment e connettività di Skoda Kodiaq a dar prova della carica innovativa del Marchio: su questo fronte il veicolo vanta infatti soluzioni tecnologiche tradizionalmente riservate ai segmenti superiori che lo proiettano ai vertici della sua categoria".

BEST IN CLASS Kodiaq - annuncia Skoda - in virtù delle sue dimensioni si colloca ai vertici della classe. E’ lungo 4.697 mm, largo 1.882 mm e alto 1.676 mm (inclusi mancorrenti al tetto) con ben 2.791 mm di passo. Si basa sul pianale modulare trasversale del Gruppo Volkswagen e a livello di carrozzeria, un composito di lamiere indurite forma la spina dorsale.

LEGGERO Con la motorizzazione TSI di accesso e trazione anteriore, il grande SUV ha un peso a vuoto (senza conducente) di 1.452 kg, mentre con il 1.4 TSI e trazione 4×4, il peso raggiunge i 1.540 kg. Grazie all’elevata aerodinamicità del profilo, Kodiaq sorprende con un coefficiente Cx di 0,33. La spaziosità è tipicamente Skoda: con appena 4 centimetri in più di lunghezza della Octavia, Kodiaq presenta una generosità degli spazi superiore alla media per il segmento. La lunghezza interna dell’abitacolo è di 1.793 mm, con 1.527 e 1.510 mm di spazio libero a livello dei gomiti rispettivamente nel vano anteriore e posteriore.

L'INTERNO I grandi strumenti di forma circolare sono precisi ed essenziali. Sono disponibili diverse versioni di volante, perfino con corona riscaldabile. Il Climatronic a tre zone, disponibile a richiesta, dotato di un proprio pannello di controllo per il vano posteriore è un ulteriore highlight spesso riservato ai veicoli di categoria superiore. Il freno di stazionamento elettromeccanico si attiva tramite un tasto. Con una capacità da 720 a 2.065 litri (con divano posteriore abbattuto), Kodiaq offre il più ampio bagagliaio della categoria. Quando è presente il sedile del passeggero anteriore con schienale abbattibile (optional), il Suv può ospitare oggetti fino a 2,90 m di lunghezza.

LA TECNOLOGIA Vasta la gamma di sistemi di assistenza alla guida del Gruppo Volkswagen, molti dei quali finora riservati alle categorie superiori. Nuovo all’interno della gamma il Trailer Assist: quando Kodiaq traina un rimorchio, in fase di retromarcia lenta, il sistema presiede al controllo dello sterzo. Il nuovo Parking Distance Control con funzione frenante fornisce supporto durante le manovre di parcheggio. L’impianto frenante viene attivato automaticamente non appena viene rilevato un ostacolo nella zona retrostante il veicolo. Il sistema è un’estensione funzionale dei sensori di parcheggio posteriori.

AREA VIEW Altra novità per il Marchio della Freccia Alata è il sistema Area View: grazie all’obiettivo grandangolare delle telecamere ambiente, presenti sia nella parte anteriore che posteriore del veicolo oltre alle calotte degli specchietti retrovisori di Skoda Kodiaq, sul monitor di bordo vengono presentate viste multilaterali dello spazio circostante il veicolo. Tra queste anche una vista dall’alto virtuale e immagini a 180° della zona anteriore e posteriore. Questo facilita gli spostamenti in situazioni di scarsa visibilità o su fondo sconnesso.

Vai alla sezione Motori

© RIPRODUZIONE RISERVATA