Archivio

ROMA

Papa: sfruttare la terra è un peccato, va confessato

I cambiamenti climatici causano le migrazioni forzate

01 settembre 2016, 16:30

(ANSA) - ROMA, 1 SET - Richiamo di Papa Francesco sui peccati contro il creato e per l'impegno a passi concreti nella 'conversione ecologica'. Nel suo messaggio per la Giornata della cura del creato, Bergoglio ha invitato ad un mea culpa tutti coloro che mancano di rispetto verso la terra, che è un dono da coltivare e custodire e non da sfruttare con egoismo: "un crimine contro la natura è un crimine contro noi stessi e un peccato contro Dio", ha detto il Papa. E ha ricordato che i cambiamenti climatici sono anche causa di migrazioni forzate, cui sono costretti "i poveri del mondo". Francesco ha invitato dunque l'economia e la politica ad orientarsi per la cura dell'ambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA