Archivio

Materne e nidi

Polemica sugli asili, la difesa di Alinovi

01 settembre 2016, 10:07

Pierluigi Dallapina

In attesa del primo rintocco della campanella nelle scuole dell'obbligo, oggi saranno i piccolissimi degli asili nido e i piccoli delle scuole dell'infanzia a tornare in classe.

L'esordio però riguarderà solo i vecchi iscritti, perché gli inserimenti dei nuovi bambini inizieranno il 7 settembre. In totale sono 3.073 le domande di iscrizione ai nidi e alle materne inviate al Comune che, alla vigilia dell'aperture delle scuole è impegnato a fare chiarezza sui lavori che riguardano tre strutture: le materne Locomotiva e Alice, e il nido Zucchero Filato. A sollevare le proteste del comitato «Per fare un bambino ci vuole un asilo» e del consigliere comunale di Parma Unita, Roberto Ghiretti, è stato il trasferimento programmato per qualche giorno di una cinquantina di bambini della scuola dell'infanzia Locomotiva nei locali dell'Abracadabra, per consentire di terminare le opere di adeguamento antisismico. Il comitato e Ghiretti ipotizzavano sette giorni di trasferimento, mentre l'assessore ai Lavori pubblici, Michele Alinovi, assicura che si tratterà di uno spostamento limitato a soli tre giorni. «Solo i bambini già iscritti alla Locomotiva dovranno trasferirsi all'Abracadabra nei giorni dell'1, 2 e 5 settembre, e il 6 potranno già tornare all'interno del proprio edificio. Quindi il trasferimento non durerà una settimana», precisa Alinovi, prima di entrare nel dettaglio degli interventi condotti sulla struttura. «Parliamo di lavori per un importo di 600 mila euro necessari al miglioramento antisismico e al parziale efficientamento energetico». Ghiretti, raccogliendo la preoccupazione del comitato, sollevava poi il problema dei 36 bambini che dovranno effettuare l'inserimento nelle varie sezioni della Locomotiva, facendo riferimento a possibili ritardi, tali da allungare questo tipo di procedura riservata ai neoiscritti fino a metà ottobre.Anche su questo punto arriva la risposta dell'assessore. «Non è corretto quanto affermato, in quanto è già stato previsto l'avvio degli inserimenti dei nuovi iscritti a partire dal 7 settembre. Gli inserimenti avverranno quindi all'interno della Locomotiva, e non in un'altra scuola dell'infanzia».Finito di parlare dell'edificio, Alinovi illustra la situazione in cui versa l'area esterna.

«L'amministrazione comunale ha deciso di investire 150 mila euro per una riqualificazione integrale. Il cantiere terminerà a fine anno, ma nel frattempo verrà lasciata una porzione di area verde a disposizione dei bambini». Parlando poi della scuola dell'infanzia Alice promette «lavori terminati per lo squillo della prima campanella», mentre per il parco esterno si sofferma sui circa 200 mila euro investiti dall'amministrazione per riqualificare l'area. «Anche in questo caso, il cantiere terminerà a fine anno».

Infine, l'assessore si concentra sul complesso dell'asilo nido Zucchero Filato e sulla scuola dell'infanzia statale Zanguidi, e ricorda il miglioramento antisismico effettuato l'anno scorso e l'efficientamento energetico condotto quest'anno per un investimento pari a 630 mila euro. «L'asilo nido potrà iniziare le attività scolastiche regolarmente, mentre alla materna gli interventi termineranno entro metà settembre, quando i bambini torneranno in classe. Questa scuola dell'infanzia inizia dopo rispetto a quelle comunali perché è statale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA