Archivio

borbone parma

In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico

C'era anche il re d'Olanda, uno dei padrini

25 settembre 2016, 14:26

In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico

Questa mattina in Duomo è stata battezzata Sua Altezza Reale il Principe Carlo Enrico Leonardo di Borbone Parma. Il battesimo è stato impartito dal Vescovo di Parma, monsignor Enrico Solmi. 

Le foto

Il Duca e la Duchessa di Parma e Piacenza hanno spiegato di aver scelto Parma come luogo per il Battesimo del loro terzogenito per il valore storico e simbolico che la città dell’antico ducato riveste da diversi secoli per la Famiglia Ducale. Il principe Carlo Enrico è primo in linea alla successione del padre come Duca di Parma e Piacenza e Capo della Real Casa di Borbone Parma.
La celebrazione è stata allietata dal coro dell'Università degli Studi di Parma, che fra i vari brani ha eseguito, l'opera "Verleih unsFrieden" di F. Mendelssohn Bartholdy.
Il principe Carlo Enrico ha cinque padrini: Sua Maestà il Re dei Paesi Bassi Guglielmo Alessandro, Sua Altezza Reale Dom Duarte Pio, Duca di Bragança, Sua Altezza Reale la Principessa Maria de las Nieves di Borbone Parma, Javier Lubelza Roca e Lodovico Gualthérie van Weezel. Tutti i padrini hanno espresso un desiderio per il Principe Carlo Enrico.
L'abito di battesimo del Principe è un antico abito di famiglia del 19 °secolo. Sono stati battezzati nello stesso abito le sue sorelle: la Principessa Luisa Irene e la Principessa Cecilia Maria, la loro mamma, la principessa Annemarie il bisnonno di lei, J. Th. De Visser (Utrecht, 1857) allora Ministro dell'Istruzione e Ministro di Stato.
Una spilla a forma di colomba (di proprietà dei Oranje Nassau, la famiglia Reale dei Paesi Bassi) attaccata sull‘abito battesimale, rappresenta lo Spirito Santo.
Sua Altezza Reale il Duca di Parma e Piacenza ha conferito a suo figlio il titolo di Principe di Piacenza: titolo tradizionale che viene assegnato al principe ereditario della Casa di Borbone Parma, continuatore della Dinastia, e futuro duca di Parma, Piacenza e Stati annessi.