Archivio

Sport

Giulia Ghiretti ricevuta al Quirinale

di Andrea Del Bue

29 settembre 2016, 23:36

Giulia Ghiretti ricevuta al Quirinale

Tutti i medagliati azzurri alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro sono stati ricevuti, ieri mattina, al Quirinale, del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la cerimonia di riconsegna dei Tricolori, portati da Federica Pellegrini e Bebe Vio.

C’erano gli atleti che hanno portato a casa, in tutto, 67 podi: 39 alle Paralimpiadi, 28 alle Olimpiadi. Presenti, per l’occasione, anche tutti gli atleti che hanno conquistato il quarto posto, durante una cerimonia che ha visto intervenire, oltre al Capo dello Stato, anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e il presidente del Cip, Luca Pancalli.

Ha partecipato, ma il cerimoniale non prevedeva un suo intervento, anche il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Tra i premiati, la nuotatrice parmigiana Giulia Ghiretti, che alle Paralimpiadi ha conquistato un argento, nei 100 rana, e un bronzo, nei 50 farfalla.

«È stato bello partecipare ad un momento ufficiale, ospiti del Capo dello Stato, insieme ai compagni di avventura alle Paralimpiadi e gli atleti medagliati Coni – ha dichiarato la Ghiretti -. Essere lì, tutti insieme, ha regalato l’immagine dello sport che è uno e uno soltanto, senza differenze».

Coinvolgente il filmato proiettato durante l’evento: le immagini di tutte le medaglie ottenute dagli azzurri, quelle degli atleti normodotati e degli atleti disabili, mescolate in un mix che ha tolto il senso a ogni classificazione da vocabolario e svuotato di concetto il termine normalità.

A colpire particolarmente la campionessa di San Ruffino è stato il discorso di Pancalli: «Si capiva, come ha dichiarato lui in apertura, che non si era preparato un discorso, ma che ha parlato naturalmente, facendo un intervento molto sentito, vero, profondo, dimostrando orgoglio per il movimento paralimpico – osserva la Ghiretti -. Ha lanciato messaggi che danno valore a quello che facciamo tutti i giorni grazie allo sport».

Per la nuotatrice di Ego Nuoto e Fiamme Oro un po’ di rammarico per non aver incontrato la Nazionale di pallavolo maschile, argento a Rio, ieri assente: «Peccato, avrei voluto conoscere i giocatori – sorride la campionessa -. In compenso ho ricevuto i complimenti da parte del presidente della Fipav, Carlo Magri: mi ha fatto piacere, è stato un incontro di parmigiani a Roma».

A sorprenderla, però, sono state le parole del collega Gregorio Paltrinieri, campione del nuoto, oro nei 1500 metri alle Olimpiadi: «E’ stato molto carino: si è avvicinato e mi ha fatto i complimenti – racconta la Ghiretti -. Mi ha detto, ringraziandomi per le emozioni, di aver visto le gare delle mie medaglie e di essersi commosso. Mi ha fatto molto piacere, perché lui è davvero un grande campione che stimo molto».

Applauditissimo anche Alex Zanardi, due ori e un argento a Rio sull’handbike «parmigiana» realizzata dalla Dallara. Il campione olimpico ha avuto l’onore di essere citato nel discorso di Mattarella: «Raggiungere un obiettivo non comporta la felicità – ha detto il Capo dello Stato parafrasando un discorso fatto nei giorni scorsi dall’ex pilota di Formula 1 -: bisogna averla dentro per raggiungere l’obiettivo. A quel punto l’impegno e la fatica restituiscono sempre qualcosa».