Archivio

LIBRI

Le donne che hanno fatto la Repubblica

di Ilaria Ferrari

29 settembre 2016, 23:41

Le donne che hanno fatto la Repubblica

«Le donne della Costituente sono figure delle quali non si conosce molto, non sono state raccontate in un’ottica complessiva, erano poche ma hanno avuto un’influenza notevole perché sono state capaci di disobbedire e di fare squadra».

E’ la parmigiana Chiara Valentini, giornalista e saggista, a raccontare il suo nuovo libro «Donne della Repubblica», presentato martedì alla libreria Feltrinelli di via Farini. Con lei Massimo Giuffredi, a introdurre il volume e dirigere la conversazione. «Dopo un discorso generale su un tema così impegnativo, il testo cerca di ricostruire 15 anni di vissuto femminile tramite la biografia di 14 donne della Repubblica dal fascismo alla guerra, alla Resistenza, al dopoguerra - spiega Giuffredi -. Si tratta prevalentemente di figure politiche ma non mancano anche Anna Magnani e Giulia Occhini, nota come la Dama Bianca di Coppi».

Chiara Valentini non è l’unica autrice del volume: sono dieci le scrittrici, fanno parte del gruppo «Controparola» nato nel 1992 intorno a Dacia Maraini «proprio per raccontare la storia femminile - sottolinea ancora Giuffredi -. Hanno quindi prodotto diversi titoli nella collana storica del Mulino, tra cui “Donne del Risorgimento” e “Donne nella Grande Guerra”. Si tratta di un gruppo fluido, con diverse autrici entrate ed uscite, ma dove Chiara Valentini è rimasta costante».

«Esatto, si tratta di un lavoro non solo mio - ha aggiunto la stessa Valentini - ma di questo gruppo col quale ho fatto un’infinità di cose, ad esempio siamo state tra le prime a parlare di violenza contro le donne quando il tema non era ancora così “caldo”. Questo libro, “Donne della Repubblica” ha richiesto molte discussioni tra noi perché inizialmente volevamo concentrarlo sulle donne della Resistenza poi abbiamo ampliato il campo proprio perché abbiamo capito quanto fosse poco conosciuto l’operato delle donne della Costituente. Il volume sta andando bene - aggiunge l’autrice - e credo sia anche merito del periodo nel quale è uscito: quest’anno il 2 giugno non è stata solo la festa della Repubblica ma anche l’anniversario del voto alle donne, i 70 anni, e dell’argomento si è ampiamente discusso accendendo così i riflettori sul tema femminile».

Quattordici biografie esemplari, quattordici donne di talento che hanno contribuito alla nascita della Repubblica: da Camilla Ravera a Lina Merlin, da Nilde Iotti ad Ada Gobetti, da Fausta Cialente a Renata Viganò.