Archivio

il caso

Legionella: le 6 domande di Ghiretti al sindaco. E quelle dei cittadini

02 ottobre 2016, 14:23

Legionella: le 6 domande di Ghiretti al sindaco. E quelle dei cittadini

I primi risultati delle analisi arriveranno lunedì. E la speranza è che si possa capire sin dalle prossime ore le cause del contagio e quel filo che lega tutte le persone colpite dal batterio del legionario nel quartiere Montebello.

Ma in questi lunghi giorni dallo scoppio dei primi casi sono molte le domande che attendono risposte, anche nell'ottica della prevenzione. E la sensazione di molti cittadini è che l'informazione da parte delle autorità sanitarie sia insufficiente e poco capillare.

A fare sei domande è oggi Roberto Ghiretti, capogruppo di Parma Unita, che specifica: "Sia chiaro, non sta a Pizzarotti predisporre le necessarie misure sanitarie, altri giustamente stanno lavorando e credo con la necessaria competenza ed efficacia. A lui però spetterebbe il compito di parlare con la città. È il primo cittadino, è la massima autorità sanitaria locale, il punto della situazione dovrebbe essere a tutti noi chiaro in virtù di un suo attivo ruolo di coordinamento e comunicazione. Niente di tutto ciò è avvenuto fino a questo momento". Ecco allora le 6 domande al sindaco.

1. Si ritiene che i focolai di legionella siano circoscritti al quartiere Montebello. Quali garanzie esistono che l'infezione non si sposti in altri quartieri della città?

2. Cosa si sta facendo affinché ciò non accada?

3. L'evoluzione del numero di casi di legionella conclamati sembra indicare una crescita piuttosto che una stabilizzazione dell'infezione. È corretto? Cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi giorni?

4. Ritiene sarebbe utile istituire un numero telefonico per informare i cittadini sull'emergenza? Se sì per quale motivo non è stato ancora attivato?

5. Da altre fonti sappiamo che si è proceduto ad immettere cloro nel pozzo del Bizzozero. Di conseguenza l'acqua cittadina è ancora considerabile potabile? Se ne consiglia o sconsiglia l'uso?

6. Mi risulta che nelle mense di alcune strutture comunali si è tornati ad utilizzare le bottigliette di acqua minerale. Quante e quali strutture sono interessate da questo provvedimento?"

Ma oltre alle domande di Ghiretti, ci sono anche quelle che arrivano dai nostri lettori. Qualche esempio? Come comportarsi in via precauzionale con i propri figli che frequentano piscine, campi sportivi e palestre della zona? . "Si parla di zona intorno al parco Bizzozzero e zona intorno a piazzale Maestri... Ma il pozzo del Bizzozzero porta l' acqua a piazzale Maestri? O forse stiamo parlando di impianti di irrigazione dei parchi pubblici? Io abito nel quartiere e vorrei chiarezza... Qui non sappiamo nulla!", scrive una residente. E un'altra chiede: "Perché non si fa informazione casa per casa? Non tutti hanno accesso ai mezzi di comunicazione o a internet".