Archivio

Appello di molti anziani

«Signor sindaco, possiamo accendere i termosifoni?»

di Mara Varoli

08 ottobre 2016, 14:01

«Ma il freddo lo sentiamo solo noi?». Esordisce così la signora Silvana in una telefonata alla «Gazzetta». lei, ultrasettantenne, come tanti altri parmigiani ha chiamato il centralino del giornale: «Io e mio marito siamo anziani - si lamenta la signora Silvana - e in casa per noi c'è troppo freddo. Abbiamo il riscaldamento autonomo ma non lo possiamo accendere, perché il sindaco ha ordinato che deve rimanere spento fino a metà ottobre: come faremo? Anche tante, ma tante altre persone della nostra età sono nella nostra stessa situazione e per noi prendere un raffreddore non è così difficile». Silvana e gli altri, che pur arrangiandosi con qualche stufetta e copertina da divano sentono più di altri il calo delle temperature autunnali. E l'appello è diretto a Federico Pizzarotti, perché sciolga le riserve sulla data di accensione dei termosifoni. Oggi la temperatura minima si aggira intorno ai 10 gradi e la massima 13.5, secondo la stazione Cittadella. In più, il cielo nuvoloso peggiora la situazione di venerdì, quando invece il sole ha riscaldato gran parte della giornata. Domani il meteo prevede ancora nuvoloso durante la mattina e schiarite al pomeriggio, con una temperatura minima di 8 gradi e una massima di 16. E si sa che quando l'età supera i settantacinque non tutti si muovono facilmente: c'è chi fa fatica a camminare, chi è costretto a casa o chi addirittura a letto. Un coro di appelli che pressapoco «suona» così: «Signor sindaco, la prego, dia il via per accendere i termosifoni».