Archivio

il caso

Epidemia di legionella: le nostre 10 domande alle autorità

"I silenzi inquietanti e la voglia di chiarezza": editoriale

19 ottobre 2016, 11:36

Epidemia di legionella: le nostre 10 domande alle autorità

Quella dell'ultimo mese è l'epidemia di legionella più grave mai registrata a Parma e una delle più gravi in Italia. A 30 giorni dall'inizio dell'emergenza i parmigiani sono smarriti e preoccupati di fronte all'assenza di notizie certe da parte degli organi preposti. Per questo vogliamo proporre alle istituzioni competenti dieci domande che potrebbero fare un po' di chiarezza su questa vicenda che tiene con il fiato sospeso l'intera città.

L'editoriale di Claudio Rinaldi: "I silenzi inquietanti e la voglia di chiarezza"


?1

Dove, in che concentrazione e di quali ceppi è stata riscontrata la legionella?


?2

Il sindaco ha detto che ci sono circa 70 tipi di legionella, ma quella trovata nelle torri non è la stessa riscontrata nei malati. Qual è il ceppo che ha contagiato le persone? E’ di un solo tipo?


?3

Se non sono le torri di raffreddamento le fonti del contagio, quali altre fonti si stanno controllando?


?4

L’Ausl dice che non vi è un’area definita «a rischio». Ma allora come si spiega la concentrazione di casi nel quartiere Montebello?


?5

Sono state fatte indagini epidemiologiche sui colpiti per verificare se hanno frequentato gli stessi luoghi al momento della probabile infezione?


?6

Al 21 settembre erano stati accertati 13 casi di contagio dall'inizio dell'anno. L’Ausl sostiene che la causa di quei 13 casi è stata accertata. Qual è? Perché non viene comunicata?


?7

Perché il Comune (nelle persone del vicesindaco e del dirigente del settore ambiente) è stato informato solo il 28 settembre?


?8

E’ vero che è stato cambiato il sistema di «sanificazione» dell’acqua del pozzo del Bizzozero (nel quartiere Montebello), passando dal cloro ai raggi ultravioletti? Se sì, questo nuovo metodo è più o meno efficace del cloro?


?9

Quest’anno a Parma ci sono stati 13 casi di legionellosi fino al 21 settembre, e poi altri 41 nell’ultimo mese. Risultano numeri di questo tipo in altre città italiane? E’ stato fatto un controllo di questo tipo?


?10

Davvero, come ha detto il sindaco nell’intervista alla Gazzetta, «non è detto che si possa arrivare con certezza a stabilire la fonte del contagio»?