Sei in Archivio

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

I media libici: "Volevano colpire gli italiani"

21 gennaio 2017, 23:18

Tripoli:  autobomba vicino all'ambasciata italiana

Un’autobomba è esplosa di fronte al ministero della Pianificazione a Tripoli, in una zona della capitale libica vicina all'ambasciata italiana. Alcuni tweet dell’emittente araba al Hadath precisano che un «kamikaze si è fatto esplodere con un’autobomba» tra il ministero della Pianificazione e l’hotel Kursal, a 400 metri dall’ambasciata italiana a Tripoli.

Il kamikaze che ha fatto esplodere un’autobomba stasera a Tripoli voleva raggiungere l'ambasciata italiana. Lo riferisce il sito Libya Observer, citando una «fonte della sicurezza».  Un uomo - si spiega - ha parcheggiato un’auto nel mezzo della strada vicino al ministero della Pianificazione dopo che «era stato inseguito» dal personale incaricato della sicurezza dell’ambasciata italiana, «quando ha cercato di parcheggiare vicino all'ambasciata italiana», ha detto la fonte. Recuperati due corpi dall'autobomba.

«I soccorritori hanno estratto due corpi dall'autobomba e finora non abbiamo informazioni su altre vittime o feriti: lo ha confermato il portavoce della Mezzaluna rossa libica, Mohamed Misrati, contattato al telefono sull'esplosione avvenuta stasera nel centro di Tripoli, nei pressi dell’ambasciata italiana.