Sei in Archivio

cinema

Dopo l'amore

L'economia della coppia: scene da un ex matrimonio

di Filiberto Molossi -

22 gennaio 2017, 15:00

Dopo l'amore

Scene da un matrimonio (finito): cosa resta «Dopo l’amore»? Litigi, rancori, rimorsi: e accuse, urla, rimpianti. Ma anche le briciole nel letto, il frigo orfano dell’ultimo pezzo di formaggio, le scarpe per le piccole, i soldi che non bastano mai. E una canzone – anche fosse una sola, anche fosse l’ultima – da ballare tutti insieme, in una sequenza magistrale. E’ bello davvero l’ultimo film del belga Joachim Lafosse, ritratto teso, doloroso e onestissimo di una coppia scoppiata, interamente girato all’interno di un appartamento diventato improvvisamente troppo piccolo per contenere un sogno deluso, una speranza sbiadita; un film che si muove e respira tra gli spigoli di non più di cinque stanze, con camera con vista sulla vita vera: per cogliere, con esattezza di sentimenti, tutto il disagio e l’insofferenza di un amore al capolinea.
Dopo 15 anni di matrimonio, Marie e Boris, genitori di due gemelline, divorziano: ma finché il marito non trova un’altra sistemazione sono costretti ad abitare insieme...
In un’escalation di discussioni, la resa, amara, di un sentimento smarrito: affrontati con grande naturalezza sgambetti e ritorsioni del quotidiano, Lafosse osserva da vicino «l’économie du couple» (come recita, nella sua doppia valenza materiale e morale, il titolo originale, ben più adatto di quello italiano) senza mettere sulla bilancia colpe o sbagli, ma piuttosto chiedendosi come è possibile («eppure lo ha amato», confessa Marie...) ridursi così, fare due figlie, amarsi e poi un giorno non riuscire nemmeno a guardarsi in faccia. Un’analisi lucida ma emotivamente coinvolgente a cui danno corpo e forza due interpreti in stato di grazia come Bérénice Bejo e il regista Cédric Kahn, uno che ha qualcosa da dire non solo dietro la macchina da presa. 

GIUDIZIO ?????

DOPO L’AMORE (L’économie du couple)
REGIA: JOACHIM LAFOSSE
SCENEGGIATURA: JOACHIM LAFOSSE, FANNY BURDINO E MAZARINE PINGEOT, CON LA COLLABORAZIONE DI THOMAS VAN ZUYLEN
INTERPRETI: BERENICE BEJO, CEDRIC KAHN, MARTHE KELLER, JADE SOENTJENS, MARGAUX SOENTJENS
Fra/Bel 2016, colore, 1 h e 40’
GENERE: DRAMMATICO
DOVE: D’AZEGLIO