Sei in Archivio

STRANIERI

Arrivi e partenze: a Montechiarugolo i residenti sono in continuo ricambio

La mobilità territoriale nel Comune è pari all'8 per cento. I decessi sono più delle nascite

di Ilaria Ferrari -

19 febbraio 2017, 19:52

Arrivi e partenze: a Montechiarugolo i residenti sono in continuo ricambio

Rispetto allo scorso anno il numero complessivo di residenti di Montechiarugolo si è mantenuto pressoché costante ma ciò che spicca è il sostanzioso ricambio: circa 400 cittadini se ne vanno e altrettanti nuovi ne arrivano. Vista la popolazione totale al 31 dicembre dello scorso anno, che si attesta a 10.846 unità, è di circa l’8% la mobilità territoriale che porta ad avere non così di rado nuovi vicini di casa.
Altro dato che emerge è che i decessi sono più delle nascite (111 contro 81 nel 2016) e che sono in aumento gli anziani ovvero gli over 65. Tornando agli ingressi territoriali, emerge che oltre il 50% dei nuovi arrivati ha più di 30 anni e meno di 64 e, per la stessa fascia d’età, il 61% invece se ne va.
Gli stranieri rappresentano all’incirca il 10% della popolazione: sono in totale 1026, soprattutto africani (329), seguiti dagli asiatici (246). Monticelli si conferma ovviamente la frazione più popolosa con 4.855 residenti suddivisi in 2.120 nuclei familiari, seguita da Basilicanova che ha 3.173 abitanti con 1.385 nuclei, Basilicagoiano con 1.728 persone e 754 nuclei, Tortiano con 552 residenti divisi in 234 nuclei e infine Montechiarugolo che ha 538 residenti e 234 nuclei. Paragonando il numero dei cittadini a quello dei nuclei si evince inoltre che la media per famiglia è di 2,29 persone. Infine interessante il dato dei matrimoni: solo 45 lo scorso anno mentre, andando a ritroso di due decenni, erano 69 su solo 8mila residenti.
«Il nostro Comune si conferma attrattivo su scala provinciale – sottolinea l’assessore al Sociale Valerio Fontanesi – visto che quelle che possono sembrare negatività come il calo di matrimoni e nascite sono in realtà un dato confermato a livello generale ed emerge invece che il numero di residenti rimane costante: Montechiarugolo non solo è in un’ottima posizione geografica ma anche che la rete di servizi fornita dall’amministrazione è di qualità, dalla scuola, all’educazione motoria, ai servizi di biblioteca e ludoteca fino a quelli per gli anziani con centro diurno, casa protetta, assistenza domiciliare».
E proprio sulla qualità dei servizi offerti si sofferma anche il sindaco Luigi Buriola evidenziando «gli investimenti messi in campo per mantenerne alta la qualità in tutti i settori, fattore che certo aumenta l’attrattività territoriale che rimane alta nonostante l’andamento demografico generale sia in diminuzione».
Il primo cittadino evidenzia inoltre come «il rapporto tra italiani e stranieri sia in linea con la media provinciale e regionale e grazie alla polifrazionalità del Comune c’è omogeneità di distribuzione territoriale».